Corea del Nord, l'ammissione di Pyongyang: "Abbiamo campi di rieducazione"

All'Onu, la Corea del Nord ammette per la prima volta la presenza sul suo territorio di campi di rieducazione. Mentre continua il mistero sulla sparizione del leader Kim Jong-un.

Il regime nordcoreano ha fatto oggi un'ammissione importante: ha confessato, infatti, l'esistenza dei campi per la rieducazione. E' la prima volta che parole simili filtrano ufficialmente dalla Corea del Nord, anche se questo era diventato un po' come il segreto di Pulcinella. Choe Myong Nam, funzionario del ministero degli Esteri nordcoreano, all'Onu ha partecipato a un incontro con colleghi e giornalisti.

Lo scopo era rispondere a un rapporto delle Nazioni Unite che, nel febbraio scorso, aveva accusato il regime di gestire campi concentramento dove avvengono crimini contro l'umanità come "lo sterminio, l'omicidio, la riduzione in schiavitù, la tortura, lo stupro, gli aborti forzati, e altre violenze sessuali". L'inviato di Pyongyang non si è sottratto e ha risposto:

"In termini di legge e di pratica, noi abbiamo campi di riforma attraverso il lavoro, non centri di detenzione, dove le persone vengono migliorate attraverso la loro mentalità e guardando alle proprie malefatte. Niente prigioni, o cose del genere".

Difficile decifrare come mai la Corea del Nord abbia partecipato all'incontro e abbia fatto questa ammissione. Che è avvenuta in contemporanea con altri due fatti significativi: l’annuncio da parte del vice ambasciatore all’Onu Ri Tong Il della visita che il segretario del Partito dei Lavoratori ha compiuto di recente all'Unione Europea, per favorire il dialogo politico tra le due parti.

E poi il mistero che avvolge la sorte del giovane leader Kim Jong-un, di cui non si hanno più notizie dallo scorso 3 settembre. Tante le voci in merito: all'inizio si era pensato a una malattia, poi a un colpo di stato. E' capitato in passato che altri capi nordcoreani sparissero quando erano in corso regolamenti di conti interni.

Corea del Nord

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO