Elezioni Regionali Sicilia: Beppe Grillo a Palermo «Berlusconi prenderà il 3%»


Nella penultima tappa del suo tour elettorale in Sicilia, Beppe Grillo si è fermato a Palermo per un comizio a Piazza Magione in cui non ha risparmiato stoccate a Rosario Crocetta, candidato PD-Udc, a Berlusconi, e persino a Totò Cuffaro, l'ex presidente della Regione oggi in carcere per associazione mafiosa. Chi per convinzione, chi per semplice curiosità, alla fine sono stati moltissimi i palermitani che sono andati ad ascoltare lo show del comico genovese.

Forte dei sondaggi che accreditano il Movimento 5 Stelle come primo partito in Sicilia (anche se altri sondaggi lo ridimensionano notevolmente), Grillo spara a zero sulle altre forze politiche che, dice:

Non scendono in piazza, non fanno comizi, non incontrano la gente perché hanno paura di voi

e, stuzzicando l'orgoglio siciliano, dà a queste elezioni regionali una portata addirittura internazionale

Se cambiamo la Sicilia, cambia l'Italia e l'Europa intera


Poi Grillo ha dato una sua interpretazione del motivo per cui Berlusconi ha deciso di non ricandidarsi:

Berlusconi non si candida più perchè ha fatto due sondaggi e ha capito che qui in Sicilia avrebbe preso al massimo il 3%, ha capito che è finito

Non è mancata l'eco della polemica tra Giancarlo Cancellieri, il candidato presidente del M5S, e Rosario Crocetta. L'esponente PD aveva affermato che Cancellieri lavora in un'azienda che sarebbe in qualche modo collegata al costruttore Pietro De Vincenzo, imprenditore arrestato per riciclaggio e indagato per associazione mafiosa. Sul blog di Grillo Cancellieri aveva già respinto le accuse, mentre ieri sera il comico ha ironizzato su Rosario Crocetta:

Me lo vedo là seduto con l’immagine della Madonna alle spalle. Lui tiene tra le mani il rosario, e dice “Venite a me, sono io il vostro Rosario”

Infine un appello a evitare l'astensionismo, quello che a suo dire veniva incoraggiato dai precedenti governatori siciliani, Cuffaro in primis.

Bisogna andare a votare. Se non si vota si fa il gioco dei Cuffaro e dei Lombardo che dicono "non andate a votare, tanto noi i voti li abbiamo". Guardatelo ora Cuffaro che è dimagrito. Sembrava che venisse da un beauty center. Sapete quanto ci costa mantenerlo in carcere? Trecento euro al giorno! Che senso ha pagare per uno che ha rubato così tanto? Non bisognerebbe metterlo in galera, ma ai lavori utili, a rifare i marciapiedi.

Foto |© Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO