Gran Bretagna: elezioni suppletive, primo seggio per l'Ukip di Farage

L'Ukip di Farage stravince le elezioni suppletive britanniche di Clacton: il 60% va a Carswell, ex conservatore. A picco il premier Cameron e i laburisti.

L'Ukip dell'ultranazionalista Nigel Farage conquista il primo storico seggio al Parlamento britannico. E i risultati delle elezioni suppletive in Gran Bretagna sono anche l'ennesimo schiaffo per il premier David Cameron. L'Ukip ha stravinto le elezioni tenutesi ieri nel collegio di Clacton, nella East Anglia, raggiungendo il 60 per cento dei consensi. Per gli analisti, addirittura, Clacton-on-Sea potrebbe rivelarsi la Waterloo dei conservatori inglesi.

Douglas Carswell, ex conservatore, dimesso dal Parlamento ad agosto in aperta polemica proprio con Cameron - che ieri ha compiuto 48 anni - ha preso 21.113 voti, merito dell'elettorato dei Tory che lo ha seguito nel suo spostamento. Per i conservatori, nella loro roccaforte, appena il 24 per cento dei consensi, 12 mila preferenze in meno rispetto all'Ukip. I laburisti di Ed Milliband, che vorrebbero succedere ai conservatori nella guida del Paese, superano a malapena l'11 per cento (11,20), i liberali dell'attuale vice premier Nick Clegg sono ancora più indietro, al 5 per cento.

La voglia britannica di lasciare l'Unione Europea è tanta, insomma. La valanga di voti di Farage va in questa direzione. Dobbiamo pensare che alla precedenti elezioni, laburisti e conservatori portarono a casa l'80 per cento dell'elettorato, oggi siamo al 35 per cento. E non può essere solo merito dei seguaci di Carswell la disfatta delle due formazioni storiche del Regno Unito.

Carswell che, uscendo dal partito di Cameron, ha criticato l'incapacità da parte dell'ex formazione di Margaret Thatcher di capire la società inglese, ha impugnato tutte le armi dell'Ukip in campagna elettorale: fuori dall'Ue, basta con l'immigrazione, l'Inghilterra è degli inglesi. Farage sogna ora un ingresso in grande stile in Parlamento, partendo proprio da questa vittoria.

Sarà difficile fare a meno dell'Ukip per gli equilibri futuri della nazione. Le elezioni politiche generali sono previste tra meno di un anno, il 7 maggio del 2015, e in Gran Bretagna funziona il sistema uninominale secco: chi prende anche un solo voto in più degli altri si aggiudica il collegio. Questo rende ancora più travolgente il successo indipendentista. Forse Londra non si trasformerà di botto in anti-europeista, ma Farage è pronto a sbarcare in Parlamento con numeri da paura.

Ieri, a causa del decesso di un deputato, si è tenuta la suppletiva pure a Middleton, perfieria di Manchester. Come da pronostico, hanno prevalso i laburisti con il 41 per cento dei voti. Ma anche qui l'Ukip ha fatto l'exploit, ottenendo il 39 per cento dei consensi. I Tory sono stati umiliati, al 12 per cento. Un dirigente dei laburisti ha detto: "L'Ukip ha sfiorato la vittoria in un collegio in cui abbiamo sempre avuto una maggioranza schiacciante. Impossibile non capire cosa sta avvenendo. I nostri guai, e quelli dei Tory, sono enormi".

Carswell e Farage

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO