Chi è Malala Yousafzai, vincitrice del Nobel per la Pace 2014

Chi è Malala Yousafzai? Un ritratto della vincitrice del premio Nobel per la Pace 2014.

Malala Yousafzai, vincitrice del premio Nobel per la Pace 2014 a soli 17 anni, è la giovanissima blogger e attivista per i diritti delle donne in Pakistan e per il diritto all'educazione. A soli 11 anni, con il suo blog redatto in forma anonima, Malala denunciava la distruzione delle scuole femminili da parte dei talebani nella regione dello Swat e in particolare nella città di Mingora.

A 13 anni il suo blog ha iniziato a venire pubblicato dalla Bbc, raccontando le azioni dei talebani e anche la loro occupazione militare della regione. Nel 2012 venne anche gravemente ferita alla testa e al collo, quando uomini armati salirono a bordo del bus scolastico sul quale stava tornando a casa da scuola. Ricoverata all'ospedale di Peshawar, è sopravvissuta all'attentato e alla rimozione chirurgica dei proiettili che l'avevano colpita.

I talebani hanno rivendicato la responsabilità di quell'attentato, affermando come Malala fosse il simbolo "degli infedeli e delle oscenità". Da allora Malala ha girato tantissimo, per portare in tutto il mondo la sua parola. Celebre il suo discorso, a soli 16 anni, tenuto al Palazzo di Vetro dell'Onu, discorso tenuto indossando lo scialle di Benazir Bhutto e lanciando un appello all'istruzione dei bambini di tutto il mondo.

Il premio Nobel non è il primo riconoscimento per il suo coraggio, visto che già l'anno scorso vinse il premio Sakharov per la libertà di pensiero, conferitogli dal presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, che parlò di lei come di una ragazza eroica. Di lei ha scritto un ritratto Murtaza Haider, vicerettrice di origine pakistana dell'università di Toronto:

I Talebani erano indaffarati a insediarsi nello Swat. Poi hanno proibito la scuola per le femmine. Malala e le sue compagne sono andate lo stesso alle lezioni, ma di nascosto, coi libri sotto i vestiti, mostrando un attaccamento allo studio sconosciuto altrove. Rischiando aggressioni armate o con l'acido, Malala e altre ragazzine hanno continuato ad andare a scuola finché non è stato proprio più possibile. "Voglio studiare. Che sia a scuola, a casa o chissà dove", aveva detto. (...) Chi è Malala Youzufzai? Malala Yousufzai sok daa? Se ha fatto questa domanda, chi le ha sparato l'altro giorno a Pushto non sapeva nemmeno chi fosse o che faccia avesse Malala. Lasciate allora che sia io a dire chi era: Malala è ciò che i Talebani non saranno mai. Lei è quella senza paura e senza pregiudizi, quella che sa parlare, la giovane musulmana che rappresenta il volto e la speranza di un paese in declino che non sa più proteggere le sue bambine.

Ban Ki-Moon Meets With Malala Yousafzai At The U.N.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO