Referendum per uscire dall'euro - Fuori dall'Euro

Parte la raccolta firme del Movimento Cinque Stelle. Ecco tutto quel che c'è da sapere

Referendum per uscire dall'euro - Fuori dall'euro

Fuori dall'Euro - Beppe Grillo ha lanciato la raccolta firme per il referendum per uscire dall'Euro nel corso dell'evento di Roma, Italia a 5 Stelle.

Ma si può fare o non si può fare? L'Italia può uscire dall'Euro in seguito ad un referendum? Persino in seno allo stesso Movimento Cinque Stelle ci sono state posizioni contrastanti. Paolo Becchi, professore universitario vicino al Movimento, ha sostenuto in un primo tempo che fosse impossibile, in un secondo tempo, invece, ha scritto il contrario.

Il referendum può essere abrogativo?

Difficile. Perché l'art. 75 della Costutizione italiana spiega chiaramente che lo strumento consultivo non può essere utilizzato per alcune questioni, fra cui

«leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali»

L'adesione dell'Italia all'Euro fa parte, ovviamente, di un trattato internazionale.

Che referendum si può usare?

I teorici del Movimento Cinque Stelle sostengono che si possa passare attraverso il referendum di indirizzo. Il precedente è individuato nella Legge Costutizionale n.2 del 1989 che insdisse un

referendum di indirizzo sul conferimento di un mandato costituente al Parlamento europeo che sarà eletto nel 1989

Il quesito era:

«Ritenete voi che si debba procedere alla trasformazione delle Comunità europee in una effettiva Unione, dotata di un Governo responsabile di fronte al Parlamento, affidando allo stesso Parlamento europeo il mandato di redigere un progetto di Costituzione europea da sottoporre direttamente alla ratifica degli organi competenti degli Stati membri della Comunità?».

Votarono 37 560 404 elettori, pari all'80,68% degli aventi diritto. Vinse il sì con l'88,03%.

Quale sarebbe il quesito di questo referendum?


«Ritenete voi che si debba procedere all'uscita dell'Italia dall'utilizzo dell'EURO?».

Ma sarà un referendum o una legge di iniziativa popolare?

Se il precedente da seguire è quello del 1989, bisognerebbe, formalmente, raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare che poi sfoci in una legge costituzionale che indica il referendum di indirizzo (il che sembra, al momento, visti i numeri del Governo, un'ipotesi abbastanza improbabile). Ma bisognerà aspettare i prossimi giorni per capire come si configuri la raccolta firme del Movimento 5 Stelle. Quel che è certo è che la procedura non sarà affatto semplice e la raccolta di firme potrebbe anche risolversi in un bagno di inutilità.

Insomma, c'è molta confusione?

Sì. Anche perché non è la prima volta che Grillo "lancia il referendum per uscire dall'Euro". Infatti, le voci anti-euro che fanno riferimento ad Alberto Bagnai e ad a/simmetrie, sono molto critiche nei confronti di Grillo e del M5S.




  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO