Servizio Pubblico, puntata 16 ottobre 2014

La puntata di Servizio Pubblico del 16 ottobre 2014 in diretta

00.10 Si chiude con le vignette di Vauro.
00.07 In un servizio le proteste di una ex elettrica grillina alla manifestazione al Circo Massimo. E le conseguenti tensioni con i simpatizzanti del M5S.

ex militante

23.59 Santoro: "Da 30 anni credo nel dibattito e nel libero confronto tra le posizioni diverse".
23.56 Travaglio interrompe Burlando: "Risponda lei alle porcate che ha fatto in 30 anni". Interviene Santoro: "Non si insultano le persone, basta". Travaglio lascia lo studio in polemica.

burlando tra

23.53 L'imprenditrice da Genova si rivolge direttamente a Burlando: "Pulire i fiumi forse avrebbe salvato tutte le attività".
23.52 Travaglio battibecca anche con un giovane genovese che lo tira in ballo e pure con Santoro che lo invita a confrontarsi con tutti. Il giornalista chiosa: "Qui mi sembrano tutti matti".
23.49 Travaglio: "Burlando ha appena detto che la colpa dell'alluvione è di Mussolini".
23.45 Burlando risponde a Travaglio: "I soldi per Sestri Ponente non sono in un cassetto, è male informato".
23.44 Burlando chiede a Travaglio se lui devierebbe il Ferreggiano. Il giornalista: "Non sono mica un ingegnere idraulico, la paghiamo profumatamente per decidere. Ma questo è matto".
23.42 Travaglio: "Il derby tra Sansa e Burlando è il derby tra chi tiene all'ambiente e chi tiene al cemento".
23.40 Burlando: "Io non attacco i giudici del Tar, però quando ci sono opere che possono salvare delle vite è meglio sbrigarsi".
23.38 Burlando: "Contesto una visione che rifiuta opere indispensabili a favore di altre e che ha impedito un intervento che ora siamo obbligati a fare con 5 miliardi che ci ha chiesto il Comune". Ed ancora: "Puoi anche tenerlo pulitissimo quel tubo, ma quando viene giù tutta quell'acqua non puoi farci niente".
23.36 Santoro: "Il Comune di Genova ha dovuto pagare 9 mld di lire per dei lavori non fatti".
23.33 Burlando: "Le esondazioni possono avvenire in qualsiasi anno, a prescindere dal sindaco che c'è".
23.30 In collegamento il governatore della Regione Liguria Burlando. Intanto in studio va via la luce.

governatore liguria

23.26 Sulla Protezione Civile:

Non c'entra manco quella. L'ha detto il capo, prefetto Gabrielli. Un figo pazzesco con la polo Ralph Lauren E' vero se non s'erano neppure accorti che pioveva. Vero che 40 minuti prima che il Bisagno esondasse annunciavano: “Alle 19 sarà disattivato il servizio numero verde”. E' tornato attivo alle 23, quando c'era già scappato il morto.

23.25 Travaglio: "Renzi è appena arrivato, quindi non c'entra. Però c'era già il 5 agosto, quando i legali delle ditte che dovevano mettere in sicurezza il Bisagno scrissero a lui, Burlando e Doria: “rimandare e temporeggiare ancora espone la collettività al concreto rischio di riaccendere la tragedia del 2011”. Nessuna risposta: quel giorno Renzi diceva agli italiani “Andate in vacanza belli allegri”. Ora dice: “Spazzeremo il fango della mala burocrazia, dei ritardi, ricorsi e contro ricorsi che rendono gli appalti più utili agli avvocati che ai cittadini".
23.24 Ancora Travaglio: "Burlando dà la colpa dell'alluvione a Sansa, sindaco 20 anni fa. E spiega: “Il modello previsionale non ha funzionato. E' la prima volta in 10 anni”. Veramente non funzionò neanche 3 anni fa, ma fa niente. “Fino al bollettino delle 18 di giovedì che indicava un'attenuazione dei fenomeni, realtà e modelli corrispondevano, poi alle 21 c'è stata una divaricazione fra il modello e quello che si stava verificando”. Bastava leggere le previsioni della Società meteorologica di Luca Mercalli, che avvertiva: “Per diversi giorni temporali di notevole intensità: elevato rischio di allagamenti e dissesti”. Ma Mercalli è un gufo, ci gode a parlare male del beltempo e seminare pessimismo".
23.21 Travglio: "Ma a Genova il territorio è responsabilità della Regione, che da 9 è retta da un renziano: Claudio Burlando. Quindi non c'entra. Eppure da quasi 30 anni è l'uomo più potente della Liguria: assessore ai Trasporti dall'83, vicesindaco e sindaco nel '90-93. Risultato: 2 alluvioni in 2 anni. Poi se ne va: arriva il pm Adriano Sansa per 4 anni,mette un geologo all'Urbanistica, pulisce i torrenti, vara un piano di bacino per i fiumi da 200 miliardi. Risultato: nessun'alluvione".

marco traaag

23.18 L'editoriale di Travaglio:

Per sapere di chi è la colpa dell’alluvione di Genova, partiamo dal nostro unico faro: Renzi. Diamo la prima parola a lui perché parla così poco che quasi non si sente. Nell'ultimo mese ha parlato o è apparso in tv appena 77 ore: se non è censura questa! Pochi minuti dopo la tragedia, Renzi aveva già i colpevoli: la burocrazia e i giudici. Palazzo Chigi ha 4200 dipendenti, 21uffici, 16 dipartimenti, 6 strutture di missione, 2 unità, 300 dirigenti: il triplo del premier inglese Cameron. Ma Renzi ce l'ha con la burocrazia degli altri. E con i giudici, quelli amministrativi dei Tar: non perché fan troppe ferie, ma perché lavorano per troppo tempo sui ricorsi contro le gare per i lavori sui torrenti. Sarà vero?

23.15 Ancora un reportage sull'alluvione di Genova. E in particolare sull'esondazione del Fereggiano, uno degli affluenti del Bisagno, che nel 2011 provocò sei morti.
23.08 Corona: "Darei un paio di miliardi a questi giovani e scommetto che in un anno aggiustano Genova". Gualmini su Putti: "La vedo dura per questo consigliere...".
23.07 Putti: "Non sono riuscito a costringere quest’aula a fare il bene della città. Sindaco, se lei si dimette sono pronto a rimettere il mio mandato".
23.03 Il consigliere comunale grillino a Genova: "Gli studenti hanno fatto bene a contestare Grillo. Se noi parliamo solo alla pancia, oggi tocca agli altri, domani tocca a me. Io ho chiesto scusa, anche se forse non avrei potuto fare niente perché sono un semplice consigliere comunale. Ma sarei ipocrita a non farlo".
23.00 L'intervista ad uno degli imprenditori che ha scritto anche a Renzi ad agosto scorso per chiedere lo sblocco dei lavori:

Forse questa era una tragedia annunciata.

giulio musso

22.57 L'imprenditrice Marina Alfieri in collegamento da Genova racconta che il fiume è entrato in tutti i negozi della via:

Il fiume non è sotto, è alle nostre spalle.

22.55 Rossi: "Non condivido il metodo che usa Renzi; dovrebbe chiedere alle forze sociali cosa vuole fare".
22.53 Gualmini: "Il 41% di Renzi crescerà, le sue politiche stanno svuotando Scelta Civica e ora anche il centrodestra".
22.47 L'imprenditrice Marina Alfieri fa sapere che gli esercizi commerciali allagati sono locali di proprietà delle Ferrovie di Stato. Corona: "Bisognerebbe creare una società nuova di bambini, dove i soldi servono solo per un bicchiere di vino a pasto".
22.42 Si riparte con un reportage sulla cementificazione di Genova. E ascoltiamo la disperazione dei commercianti:

Tra due giorni finisce il fango e tutti se ne dimenticano. Sarà solo una chiacchiera da bar.

22.36 Dragoni: "Il problema è: come si finanzia questa manovra da 36 miliardi? Con più debito pubblico". Quindi la domanda al ministro Padoan: "se Regione per Regione aumentano le tasse e diminuisce l’occupazione, come farà a livello nazionale a esserci crescita e aumento dell’occupazione?"
22.33 Tocca a Gianni Dragoni, che spiega la manovra del governo Renzi e paventa il rischio che l'anticipo del tfr in busta paga comporti la perdita degli 80 euro mensili per superamento dei 25 mila euro annuali.

gianni draf

22.25 Corona parla di "burocrazia disumana". Il giovane Stefano: "Il Bisagno va aiutato, è stato duramente colpito negli anni, ha subito cementificazioni".
22.24 Gualmini: "Grillo deve rassegnarsi a fare il partito di opposizione. Deve stare in Parlamento, non dire che vuole uscire. Il M5S non è in una fase terminale, anzi. Lo spazio dei delusi della politica e di chi contrasta Renzi c'è".
22.20 Rossi: "Lo Stato centrale ha smesso di finanziare le Regioni dal 2010". Poi spiega: "Gli sprechi si possono combattere. Ma in questa manovra mancano gli investimenti".
22.15 Rossi spiega che dopo l'alluvione del 2011 in Toscana "non si costruisce più nelle zone a rischio idraulico".
22.13 Renzi: "A Genova eravamo presenti, c'era il ministro Pinotti dal primo giorno. Io ci andrò nei prossimi giorni".
22.10 Mauro Corona in studio: "A Genova sono 100 anni che stanno cementificando. L'acqua deve avere una via di fuga".

mauro corona

22.03 Si riparte dalla manifestazione del M5S al Circo Massimo.
21.55 Villaggio: "Mi sembra esagerato dare la colpa solo a Grillo. La colpa è anche vostra, ragazzi. Bisognava rimboccarsi le maniche prima, altrimenti è una frase fatta". Ed ancora: "È facile fare l’eroe del fango". Il ragazzo: "Noi siamo andati a spalare il giorno dopo l'esondazione".
21.53 L'attore: "Dite che bisogna rimboccarsi le maniche. Che cacchio vuol dire?"
21.52 Villaggio insiste: "Siete venuti qui per fare gli incaxxati. Questo per voi è un momento di grande vanità". E invita i giovani in studio a non fare retorica.

vilalggg

21.50 Villaggio ai giovani: "Siete anche voi i colpevoli. Perché predicate una città diversa e non lo fate?"
21.44 Villaggio ai giovani genovesi: "Questo non è stato un momento infelice, ma di esaltazione. Ne avrete nostalgia". Stefano: "Vorremmo una città più sicura".
21.42 Villaggio a Santoro: " Lei mi ha fatto venire qui per parlare male di Grillo, ma non lo farò mai. Ho una grande simpatia per lui".
21.40 Villaggio: "Genova è la mia città, ma è una città che ha molte colpe".
21.40 Villaggio a Santoro: "Posso parlare sei minuti? La vedo già inca*zato..."
21.39 Villaggio provoca i giovani in studio: "Non sono emozionato dall'eroismo di ha spalato fango. Ho una grandissima invidia per quello che avete vissuto".
21.38 Villaggio: "Non vorrei parlare di politica".

paolo villaggio

21.36 Gabriele: "Ho ricevuto un sacco di insulti su Facebook da quelli che presumo essere attivisti del M5S. Mi è stato detto che sono stato pagato dal Pd". Lui spiega di essersi candidato in una lista civica.
21.32 In studio alcuni giovani genovesi che hanno contestato Grillo. Gabriele: "Grillo faceva propaganda elettorale, l'ho invitato educatamente a spalare con noi. La reazione è stato subito un attacco a Renzi".
21.26 La copertina si apre col comizio di Grillo al Circo Massimo. In contrasto vengono proposte le parole del comico contro l'esercito che protegge "questi caxxo di politici" e le immagini dello stesso Grillo che chiede un cordone di protezione ai suoi uomini per strada a Genova.

bes

21.20 Santoro: "Beppe, uscire dall'euro, ma per andare a dove?"
21.18 Santoro: "Grillo, tu l'Irap la vorresti abolire. Però finanzia la sanità". Poi gli chiede:

Ci saranno tagli alla spesa per 15 miliardi. Perché? Per il lavoro, naturalmente e per la crescita. Il lieto fine di questo è che a Marchionne il lavoro costerà meno, quindi venderà più Fiat. Ma chi le comprerà queste Fiat? E' un ragionamento da peste rossa questo qui? No, è da uomini di finanza. In due giorni la borsa ha perso il 5% del valore delle azioni. Io non voglio chiederti di spalare il fango, perché non ti contesterei mai di spenderti per la tua città. Ma vorrei chiederti: in questa situazione come la usi la tua forza?

E a proposito della richiesta di soldi in cambio di intervista:

Io domattina i 2000 euro li vado a versare, ma non voglio niente in cambio. Devi venire qui a rispondere alla domanda.

21.16 Alluvione di Genova, Santoro sgrida Grillo e giustifica Renzi:

Beppe, per te chiunque ti critichi è un merd@. Se Renzi avesse risposto alla lettera che gli imprenditori gli hanno mandato, avrebbe fatto un figurone. Ma la tragedia ci sarebbe stata comunque.

21.13 Sulle note di Per colpa di chi? entra in studio Santoro.

santoro la7

Torna questa sera alle ore 21.10 su La7 Servizio Pubblico con una puntata intitolata 'Tutta colpa di Grillo?'. Blogo la seguirà in liveblogging.

Ospiti di Michele Santoro saranno Enrico Rossi, governatore della regione Toscana, Elisabetta Gualmini, presidente dell'Istituto Cattaneo, l'attore Paolo Villaggio e lo scrittore Mauro Corona.

In primo piano le alluvioni di Genova e della Maremma e le contestazioni nei confronti del leader del Movimento 5 Stelle.

In studio ci saranno anche il condirettore de Il Fatto quotidiano Marco Travaglio, il giornalista de Il Sole 24 Ore Gianni Dragoni e Giulia Innocenzi. Non mancherà ovviamente Vauro, con le sue consuete vignette satiriche.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO