Chi è Rosario Crocetta? Ecco il nuovo Presidente della Regione Sicilia: «E' la storia che cambia. Antimafia e di sinistra: sono veramente rivoluzionario»

Rosario Crocetta e la sua vittoria. Un cambiamento epocale? Secondo il vincitore sì:

«E' la storia che cambia con me. Non è mai accaduto che venisse eletto un governatore antimafia e di sinistra. Questi sono due elementi forti del cambiamento che potrebbe venire in Sicilia. Sono riuscito in un miracolo mettendo assieme movimenti non politici e partiti. Io sono veramente rivoluzionario, non Grillo che blatera. Non farò inciuci all'Assemblea, cercherò la maggioranza sui provvedimenti e se non ci riuscirò chiederò il sostegno dei cittadini. Tornerò al voto e vincerò con una valanga di voti».

Rosario Crocetta e l'astensionismo. Sul dato più grave della consultazione elettorale, quell'affluenza imbarazzante, Crocetta ha detto:

«Sicuramente ha influito il fatto che si sia votato solo un giorno»

Rosario Crocetta e Idv-Sel. L'ex sindaco di Gela ha parlato anche di quelli che avrebbero potuto essere naturali alleati del Pd e che invece correvano da soli, visto che il Partito Democratico ha fatto in qualche modo le prove tecniche dell'alleanza con Casini. Secondo Crocetta, se non si è arrivati all'accordo è tutta colpa dei potenziali alleati:

«Idv e Sel non hanno capito nulla, volevano presentarsi in una logica di ribellione ma su questo terreno sono stati travolti da grillismo perche' non hanno saputo proporre una proposta di governo alternativa. Questa sinistra non fa conti con realtà nè in Sicilia nè in Italia, e perde la sfida della contemporaneità Avrei voluto vincere con loro, ma loro hanno preferito tagliare ogni dialogo»

Rosario Crocetta e l'Udc. A RaiNews24, il nuovo Presidente della Regione Sicilia ha dichiarato:

«L'Udc ha dimostrato di essere un partito leale che ha veramente a cuore il cambiamento della Sicilia. Sin dall'inizio c'è stata una grande intesa sia con Casini, Cesa e D'Alia e la dimostrazione è stata la grande intesa che si è registrata sul programma che segna una vera svolta per la Sicilia».

21.34 Ormai è praticamente ufficiale, anche se mancano alcune centinaia di sezioni alla fine dello scrutinio che seguiamo in tempo reale: Rosario Crocetta ha vinto le Elezioni Regionali in Sicilia del 2012.

Il candidato, sostenuto dal Pd e dall'Udc (oltre che dal Movimento Politico Crocetta Presidente e dall'Unione Democratica per i Consumatori), ha già festeggiato il proprio successo a colpi di dichiarazioni.

Chi è Rosario Crocetta?

Vicepresidente della Commissione speciale antimafia (Crim) dell'Unione europea, Rosario Crocetta vive sotto scorta in seguito ad alcune minacce per aver messo mano al sistema degli appalti (tre gli attentati sventati, nel 2003, 2008, 2010), noto per le sue battaglie antimafia e passato all'onore delle cronache anche per fatto pubblicamente outing dichiarando di essere gay. Se il candidato del centrodestra proviene dalla destra del Msi, il candidato del centrosinistra alle elezioni regionali siciliane, 61 anni, ha un lungo passato di militanza comunista.

Inizia la sua carriera politica nel Pci per poi passare in Rifondazione Comunista. Dal 1996 al 1998 è assessore alla cultura del Comune di Gela, nel '98 è stato consigliere comunale sempre a Gela eletto con la Federazione dei Verdi, mentre nel 2000 transita nel Pdci. Dal 2000 al 2001 e stato assessore alla Pubblica istruzione a Gela, dove nel 2003 viene eletto sindaco e si fa subito notare per le sue battaglie antimafia oltre a fare outing dichiarando pubblicamente di essere gay. Nel 2007 è riconfermato sindaco con il 64,7% dei consensi. Nel 2008 aderisce al Partito democratico. Nelle lista del Pd viene eletto al parlamento europeo l'anno successivo e si dimette da sindaco di Gela.

La sua candidatura a governatore della Sicilia è sostenuta da Pd, Udc, Api e Psi. Abbandonata l'estrema sinistra, la sua candidatura - in caso di successo - è considerata il primo esperimento della nuova allenza tra Pd e Udc. Vediamo i punti del suo programma su lavoro, turismo e sprechi della politica, tratti dall'intervista a Tempi.it

Lavoro: "Per rilanciare il lavoro servono tre leve. Prima leva: le richieste di fondi che attendono autorizzazioni valgono l’8 per cento del pil, cioè 6 miliardi di euro. Sblocchiamole. Seconda leva: attraverso conferenze dei servizi permanenti velocizzeremo l’approvazione dei progetti, e contribuiremo ad eliminare la corruzione con controlli serrati su chi partecipa alle gare. Terza leva: contiamo di sbloccare circa 5 miliardi e mezzo di euro di fondi per la produzione di energie rinnovabili, che aspettano solo di essere usati, con l’avvio del patto dei sindaci: ciò porterà ulteriori risparmi per le amministrazioni locali per 2 miliardi di euro e la creazione di circa 24 mila posti di lavoro, secondo le stime di Bruxelles".

Turismo: "Il turismo può dare ulteriori risorse all’occupazione siciliana: abbiamo un immenso patrimonio di beni culturali, e un clima estivo per otto mesi all’anno. Si tratta di usarli in modo corretto: all’estero nei musei ci sono caffetterie e ristoranti. Da noi invece musei e monumenti sono spesso realtà morte. Io propongo di cambiare i sistemi di gestione e che la durata delle stagioni turistiche non sia decisa dagli assessori locali. Bisogna liberare il mercato da tutti i vincoli che oggi gli enti locali impongono. Ad esempio, le concessioni del suolo pubblico hanno cifre allucinanti e un giovane che voglia avviare una piccola attività, un bar con dei posti all’aperto, oggi deve superare ostacoli insormontabili. Questo va cambiato"

Sprechi della politica: "Eliminare sprechi e privilegi. Basta società di consulenze esterne come quelle strapagate sinora, valorizziamo le competenze interne tra i dipendenti. Basta stipendi da sceicchi per i dirigenti. Sarà una lotta dura quella che intendo fare, ma non sulle spalle dei poveri. I precari sono aumentati per ragioni clientelari, ma noi allargheremo la base della loro produttività e daremo loro posti di lavoro. Saranno create Energy service company private, ad esempio, dove potrebbero essere assorbiti i dipendenti precari, in cambio della concessione ai privati".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO