Sondaggi politici: stabile il Pd, ma è boom della Lega Nord

I sondaggi politici premiano ancora il partito di Matteo Salvini.

I sondaggi politici in queste settimane non stanno registrando grandi scossoni, e sarebbe strano se fosse altrimenti: la situazione è di stallo, in attesa che si capisca se il governo Renzi è in grado di mantenere gli annunci fatti o se il vero obiettivo possono essere le elezioni anticipate nel 2015; in attesa anche di vedere come evolverà la situazione in Forza Italia e se Berlusconi sarà in grado di tenere in mano il partito. Dal momento, poi, che è impossbile valutare già oggi quale sia stata la reazione degli italiani alla legge di stabilità, ecco che si capisce per quale ragioni tra i vari partiti non si registrano particolari movimenti.

Secondo i sondaggi politici di Ixè trasmessi ad Agorà, il Partito Democratico rimane stabile al 39,9%. Risultato comunque elevatissimo, tanto più in un momento in cui il governo non brilla particolarmente e il Pd è vittima di pesantissimi scontri intestini. Scende leggermente il Movimento 5 Stelle, che passa al 20,9% e quindi sostanzialmente continua ad aggirarsi sulle stesse percentuali dalle elezioni europee; scende leggermente anche Forza Italia, ormai vittima di un graduale declino di cui non davvero non si vede il fondo, il partito di Berlusconi è arrivato al 15,1%.

Sondaggi politici ottobre 2014

Sondaggi politici ottobre 2014

Ma ormai gli occhi di tutti sono puntati sulle performance della Lega Nord, che da mesi sta mettendo a segno una tanto graduale quanto costante risalita e che anche questa settimana guadagna qualche decimale, salendo fino al 8,3%. Si tratta di una crescita da niente rispetto all'8% di settimana scorsa, ma è evidente come l'avanzata di Matteo Salvini sia imperiosa: dal 4% delle politiche 2013, al 6% delle europee 2014, fino ai risultati che gli vengono attribuiti oggi (e che potrebbero ancora crescere dopo la manifestazione in programma a Milano questo sabato).

E gli altri? Fratelli d'Italia si mantiene su buoni risultati, arrivando al 3,3% (ed è da vedere come evolverà il progetto di un Front National italiano proprio con la Lega Nord). Sel è stabile al 2,7%, così com'è stabile il Nuovo Centrodestra al 2,5% (percentuali molto deludenti per il partito di Alfano, soprattutto alla luce della crisi di Forza Italia). L'Udc è dato all'1,9% (e la fusione con Ncd è sempre più probabile), Rifondazione Comunista è all'1,3%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO