Le pagelle del mercoledì

Gianfranco Fini: super partes. Voto + 8. Sul difficile nodo della riforma elettorale per le prossime elezioni europee il capo dello Stato Giorgio Napolitano auspica “che la discussione in parlamento possa essere aperta, senza rigidità, ad ogni proposta costruttiva”. E il presidente della Camera Gianfranco Fini, interpretando correttamente l’invito di Napolitano, è orientato a porre il voto segreto (almeno per il passaggio che riguarda le preferenze) quando martedi o mercoledi prossimi si voterà alla Camera. Berlusconi insiste sul “no” alle preferenze perché “serve un sistema trasparente”. Con il voto segreto il premier potrebbe ritrovarsi con qualche … capello in meno.

Ignazio La Russa: cambia il pelo ma non il vizio. Voto – 8. Nella trasmissione di Maria Latella, a Sky tg 24, il ministro della Difesa (stigmatizzando che nella manifestazione del Pd non fossero stati ricordati gli otto militari italiani periti nell’incidente in Francia) perde le staffe contro il nuovo direttore de la nuova Unità Concita De Gregorio, invitandola perentoriamente a “tapparsi la bocca con un turacciolo”. Non soddisfatto, La Russa ha sferrato il dardo finale: “Si vergogni! E’ tipico del suo giornalaccio, che non è migliorato con quella nuova veste grafica”. Al prossimo interlocutore di La Russa toccherà, oltre agli insulti di un maleducato, anche … l’olio di ricino di un ex fascista.

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO