Grillo contro gli immigrati: "Visita medica obbligatoria e rimpatrio per i clandestini"

Sul suo blog Beppe Grillo invita a non considerare più l'immigrazione un tabù su cui restano impantanati i partiti: è un problema che va affrontato subito.

Nel giorno in cui il MoVimento 5 Stelle ha "festeggiato" la rinascita del gruppo EFDD nell'Europarlamento e allo stesso tempo ha fatto parlare di sé per l'espulsione di quattro attivisti "colpevoli" di aver chiesto trasparenza durante l'evento del Circo Massimo Italia 5 Stelle, Beppe Grillo ha pubblicato nel tardo pomeriggio un altro post sul suo blog dal titolo "Qualcosa è cambiato". No, nulla a che fare con il film omonimo, ma un duro attacco sul tema dell'immigrazione.

Beppe Grillo non usa mezzi termini:

"I partiti si stanno baloccando tra razzismo e buonismo un tanto al chilo, ma sempre sulle spalle delle fasce più deboli della popolazione, il tutto per un pugno di voti. È tempo di affrontare l'emigrazione come un problema da risolvere e non come un tabù"

E lui la soluzione ce l'ha:

"Chi entra in Italia con i barconi è un perfetto sconosciuto: deve essere identificato immediatamente, i profughi vanno accolti, gli altri, i cosiddetti clandestini rispediti da dove venivano.
Chi entra in Italia ora deve essere sottoposto a una visita medica obbligatoria all'ingresso per tutelare la sua salute e quelle degli italiani che dovessero venirne a contatto"

E questa soluzione sembra proprio la stessa di un altro partito politico, infatti su Twitter Francesco Storace fa subito notare:

"Sull'immigrazione Grillo sta saccheggiando tutte le proposte de La Destra: screening obbligatorio e no clandestini. Benvenuto"

Nella seconda parte del post il leader dei pentastellati si scaglia però contro la coalizione di centrodestra che firmò il Trattato di Dublino con cui l'Italia accettava che chiunque arrivasse sul suo territorio non potesse spostarsi in un altro Paese dell'Unione Europea, perciò secondo lui quel trattato va disdetto:

"Chi arriva in Italia dalla Siria per esempio non può andare in un altro Paese della UE e passa il tempo a cercare di fuggire dal nostro Paese in stazione per recarsi in Germania o in altri Paesi del Nord Europa. L'Italia è diventata la sala di aspetto, la porterei dei disperati del mondo. Chi arriva qui deve avere il diritto di muoversi liberamente nella UE. In mancanza di queste immediate misure avremo sempre più razzismo e malattie epidemiche. È questo quello che vogliamo? Basta saperlo"

Beppe Grillo contro gli immigrati

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO