Piazzapulita, puntata 27 ottobre 2014

La puntata del 27 ottobre 2014 di Piazzapulita in diretta

00.31 Dopo la pubblicità, l'annuncio benefico di Save the Children e la lettura dei tweet, finisce la puntata.
00.25 Fassina sulle parole di Renzi: "Se il governo interviene sui contratti è utile il confronto con i sindacati".
00.21 In un servizio la lotta dei lavoratori di Meridiana. Che insultano in un bar un sindacalista "che non ci rappresenta"
00.13 In studio un giovane militante di sinistra e precario, che vuole rimanere in Italia nonostante tutto. Pubblicità.
00.12 Di Pietro baby pensionato.

antonio di pietro1

00.11 Si parla dei baby pensionati italiani. Lombardia al primo posto (ma Brambilla contesta il dato).

baby pensioni
loardi

00.09 Ferragina: "Renzi sta facendo le stesse politiche del lavoro di Prodi e Berlusconi".

ferragina fassina

00.07 Fassina ribadisce: "Perché nella legge di stabilità non c'è un euro in più per gli ammortizzatori per i precari?"
23.59 Farinetti torna a parlare della difficoltà dell'Italia (e in particolare della Sicilia) di fare turismo e di sfruttare i tanti chilometri di costa.
23.55 In un servizio la storia di un'azienda da considerare un'oasi nel deserto. Essere ingegneri a Napoli.
23.46 Brambilla si indigna per il servizio appena trasmesso: "Sono animali, sono delinquenti. Non chiamiamoli imprenditori".
23.43 Fassina: "Non dobbiamo rassegnarci. Il problema è: l'Europa su cosa deve competere? Bisogna fare investimenti".
23.38 In particolare il servizio racconta uno dei distretti ortofrutticoli più importanti d'Italia, quello di Vittoria, a Ragusa. Dove arrivano i migranti per lavorare. Anche in cambio di sesso.
23.33 Con un servizio ascoltiamo le parole di chi lavora nei campi di pomodori a Ragusa. Praticamente schiavi.
23.32 Farinetti osserva che un'altra soluzione per l'Italia sarebbe raddoppiare il numero dei turisti.
23.28 Ferragina: "Il problema degli 80 euro è che sono stati dati a persone già abbastanza tutelate". Poi critica il decreto sblocca Italia perché è "un grande regalo alla rendita".
23.27 Cerasa: "Gli italiani i soldi li hanno, almeno come li avevano prima della crisi, ma non li spendono perché hanno paura".
23.24 Per Farinetti la soluzione per uscire dalla crisi e creare 4 milioni di posti di lavoro è "raddoppiare l’esportazione".
23.21 Farinetti: "Renzi si sta sbattendo per andare verso una soluzione. Ma trova noi con le nostre belle idee di perfezione che lo fermiamo".

farinetti divano

23.17 Farinetti: "In Italia siamo in decadenza da 1700 anni. Ci siamo incartati nei nostri egoismi".
23.11 Il terzo segreto di Satira.
22.59 Interviene Brambilla: "Bisogna cambiare una regola del gioco. Bisogna creare le condizioni nel mercato del lavoro per cui l'imprenditore investa".
22.53 Fassina: "La questione è il lavoro garantito, non il reddito. Dobbiamo redistribuire il lavoro, non il reddito".
22.51 Ferragina spiega: "La Cgil è contro il reddito minimo garantito. Il problema è che il sindacato ha deciso di proteggere i suoi iscritti solo a livello nazionale. La prospettiva invece era europea".
22.48 Fassina: "Il sindacato negli ultimi 30 anni si è trovato di fronte un processo di globalizzazione che gli ha tolto molti strumenti di lotta. Ha molte meno colpe della politica".
22.45 Ferragina: "Si è scelto di rendere le persone sempre più deboli per abbassare il costo del lavoro ed essere competitivi". In studio una studentessa-lavoratrice che è salita sul palco sabato a Roma: "Ho anche lavorato in nero, perché non ero consapevole dei miei diritti".

stys

22.43 Ferragina: "La Camusso si è ancorata a un mondo fordista, che non c'è. L'idea che si debba proteggere il lavoro e non la persona".
22.36 Alla fine Salvini ammette: "Sono antifascista, anticomunista, antirazzista, anti tutto quello che vuole lei". In onda un servizio su chi guarda i cortei dai margini perché deve lavorare. In nero.
22.35 Salvini non risponde alla domanda di Formigli: Lei è antifascista? "Discutere di questo è il passato". Ed ancora: "I ragazzi di Casapound che hanno manifestato a Milano non hanno lasciato un mozzicone di sigaretta per terra. Non come quelli dei centri sociali che spaccano le vetrine".
22.33 Formigli a Salvini: "Per favore, si liberi dei fascisti di Casa Pound".
22.31 Salvini: "Renzi sta cercando di rimettere in piedi una grande Democrazia Cristiana. Penso che vuole andare a votare in primavera, anche perché la legge di stabilità non risolverà alcun problema economico".
22.25 Pubblicità.
22.23 Farinetti sostiene che La Gabbia abbia intervistato più di 50 dipendenti di Eataly ma abbia scelto di mandare in onda solo le voci critiche.
22.21 Farinetti alla ragazza: "Ti giuro, non c'era nessun lavoratore Eataly a scioperare, tranne quei tre di Firenzi".
22.20 Farinetti nega che i lavorati precari di Eataly siano costretti a fare straordinari obbligatori.
22.13 Farinetti precisa: "Non abbiamo mai licenziato nessuno. Abbiamo non confermato". In studio una ragazza di sinistra che sabato scorso ha manifestato contro il governo. E che in studio mette in dubbio le cifre appena esposte da Farinetti su Eataly.
22.12 Farinetti: "Ho chiesto scusa per aver detto che se avesse vinto la Lega in Lombardia non avrei messo piede".
22.09 Farinetti: "Da Eataly tutti i dipendenti da più di un anno ricevono la quindicesima. Non abbiamo mai distribuito gli utili, che sono sempre stati investiti".

temporanero

22.07 Farinetti: "Nei punti vendita nuovi assumiamo giovani, anche tramite agenzie iterinali. Ma la nostra regola è: mai meno di 1000 euro netti al mese".
22.06 In tutti i punti vendita aperti da più di tre anni abbiamo l’83% dei contratti a tempo indeterminato. A Bari l’80%. A Roma 50%.
22.05 Farinetti si giustifica: solo tre lavoratori, sempre gli stessi, iscritti a Cobas, hanno scioperato. Poi spiega: "Con i sindacati abbiamo un ottimo rapporto, ci hanno sempre difeso. Mai più di tre lavoratori hanno scioperato. E con loro tre c'ho parlato due volte. Noi abbiamo 2000 lavoratori".
22.00 Il caso Eataly: tanti contratti interinali, molte promesse, pochi fatti.
21.55 Pubblicità.
21.52 Formigli replica al leghista tirando in ballo la riforma Maroni e quella Biagi. Salvini definisce "schifose" le riforme Fornero.
21.50 Salvini: "Il sindacato in Lombardia con cui lavoro meglio è la Fiom. Non ho steccati ideologici. La gente mi paga lo stipendio per risolvere problemi". Poi però accusa i sindacati di essersi distratti quando è stata votata la riforma Fornero.

matteo salvini23

21.47 Salvini nota che il governo Renzi ha ridotto le risorse per gli invalidi e per aiutare i territori colpiti da alluvioni.
21.45 Farinetti: "Non esiste che non ci sia una tutela contro la discriminazione". Salvini: "Il Paese non può rimanere ostaggio dei litigi interni al Pd".
21.41 Farinetti nota che "incancrenirsi con posizioni un po' personali non fa bene". Poi ammette di essere d'accordo con Landini sui temi del lavoro.
21.38 Ancora Fassina: "Il PD non è il PD senza le domande, le persone e le passioni che stavano sabato in piazza". Poi precisa: "Da questa parte nessuno vuole bloccare l'azione del governo, ma migliorarla".
21.36 Fassina insiste: "Renzi aveva promesso che ci sarebbero state più risorse per gli ammortizzatori sociali per i precari. Non ci sono, anzi per il prossimo anno ci sono meno risorse di oggi".
21.33 Fassina contro Renzi: "Bisognerebbe usare solo il noi, il segretario del partito dovrebbe sforzarsi per ascoltare le posizioni diverse. Ha un atteggiamento sprezzante".

fassina1

21.27 Ascoltiamo anche le note dichiarazioni di Serra sulla necessità di limitare il diritto di sciopero dei lavoratori.
21.22 Formigli presenta gli ospiti in studio. Poi lancia il primo servizio su Leopolda e manifestazione della Cgil. I due mondi in guerra.

salvini2

Questa sera alle 21.10 in diretta su La7 torna Piazzapulita, il talk show condotto da Corrado Formigli. La puntata di stasera, intitolata 'La guerra dei mondi' e seguita in liveblogging da Blogo, si occuperà della sfida di Renzi nei confronti del sindacato, con possibile scissione del Pd. Ospiti in studio saranno l'imprenditore Oscar Farinetti, Stefano Fassina (PD), Matteo Salvini (Segretario Lega Nord), Emanuele Ferragina (Professore alla Oxford University) e il giornalista Claudio Cerasa (Il Foglio).

Nel corso della puntata spazio alla comicità de Il Terzo Segreto di Satira.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO