Russia: manovre nei cieli europei, Nato in allerta

Aerei militari russi stanno svolgendo manovre nei cieli europei, la Nato avverte: "Possono costituire un pericolo per l'aviazione civile".

La Russia ha iniziato significative manovre nei cieli europei e la Nato è in allarme. Le zone interessate sono in particolare Mar Baltico, Mar Nero, Mare del Nord e Oceano Atlantico; almeno 26 i velivoli militari di Mosca finora intercettati. Secondo l'Alleanza Atlantica, "pongono rischi all'aviazione civile perché non hanno piani di volo o non usano transponder, quindi il controllo aereo civile non può vederli né assicurare che non interferiscano con i voli civili".

La Nato ha riferito di aver rilevato e monitorato "quattro gruppi di aerei militari russi mentre conducevano manovre militari significative nello spazio aereo europeo il 28 e il 29 ottobre ottobre 2014". I velivoli sono stati intercettati e identificati dai caccia di Norvegia, Portogallo, Danimarca Finlandia, Svezia, Germania, Gran Bretagna e Turchia mentre volavano in formazione. Si tratta di bombardieri strategici Tupolev 95 Bear H, caccia Sukhoi Su-24, Sukhoi Su-27, Sukhoi Su-34, Mikoyan MiG-31 e aerei cisterna Ilyushin Il-78.

Una delle formazioni volava dalla Russia sopra il mare di Norvegia in spazio internazionale. Sei dei velivoli sono tornati indietro verso la Russia, mentre due hanno proseguito a Sudovest, paralleli alla costa norvegese. I bombardieri e gli aerei cisterna identificati non avevano piani di volo e non hanno mantenuto contatto con la torre di controllo dell'aviazione civile.

L'Enav, l'Ente nazionale italiano che si occupa di assistenza al volo, ha assicurato che le manovre degli aerei militari russi, rilevate dalla Nato nei cieli del Vecchio Continente, "sono attività che non interessano lo spazio aereo italiano" e che al momento non c'è "alcuna allerta" nel nostro Paese. Almeno per il momento.

Aerei russi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO