Renzi nelle fabbriche: il Premier contestato a Vimercate

Matteo Renzi in tour nelle fabbriche di Brescia, Taranto, Vimercate e Terni. Il Premier contestato dalla Fiom-Cgil e dai centri sociali.

6 novembre - Altra tappa del tour delle fabbriche, altra contestazione per Matteo Renzi, che regolarmente trova ad attenderlo i sindacati armati di uova. Questa volta è accaduto a Vimercate, durante la sede all'Alcatel nella cosiddetta Silicon Valley italiana (...). Matteo Renzi ha incontrato la delegazione di lavoratori che da mesi denuncia i forti tagli e la cassa integrazione imposta ai dipendenti.

18:23 - Pochi minuti fa il Premier Matteo Renzi ha pubblicato un post sul suo profilo Facebook ufficiale per commentare la sua giornata di oggi tra i lavoratori di Brescia. Il Presidente del Consiglio dice:

"Non consentiremo a nessuno di fare battaglie politiche strumentalizzando il lavoro, provando a dividere ideologicamente tra padroni e operai. L'Italia è una e unita. E la cambieremo tutti insieme, senza paura. Per tornare finalmente a crescere"

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

12:05 - Dopo l'intervento davanti agli industriali bresciani, Renzi è ora arrivato presso la sede di Italcementi. Intanto il corteo dei centri sociali ora si è calmato e sta procedendo verso il luogo deputato per un'assemblea.

11:50 - Un agente delle polizia e un carabiniere sono rimasti feriti duranti gli scontri a Brescia mentre cercavano di tenera a bada il corteo dei centri sociali. Agli agenti i manifestanti hanno provato a strappare lo scudo difensivo. Questo corteo ha poi cercato di unirsi al corteo della Fiom che però ha rifiutato.

10:26 - Circa 150 persone si sono trovate davanti alla fermata della metropolitana Casazza a Brescia, poco distante dalla Palazzoli Srl dove è in corso l'assemblea degli industriali bresciani. Il corteo dei centri sociali sta creando qualche tensione, ha infatti deviato il percorso proprio per arrivare allo stabilimento in cui sono riuniti gli industriali e dove c'è anche il Premier Matteo Renzi. Un gruppetto ha provato a sfondare il cordone creato dagli agenti della polizia in tenuta antisommossa.
Ci sono stati lanci di lacrimogeni, uova e anche qualche pietra.

Intanto Renzi è stato accolto dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. Ma fuori dallo stabilimento, oltre alle proteste dei centri sociali contro il Jobs Act e le politiche economiche del governo, c'è anche un'assemblea della Fiom-Cgil.

Matteo Renzi nelle fabbriche


Matteo Renzi

oggi comincia un breve tour nelle fabbriche italiane e parte da Brescia, dove questa mattina sarà l'ospite d'onore all'Assemblea annuale dell'Associazione Industriali bresciani nella fabbrica Palazzoli. Per l'occasione gli operai sono stati tenuti tutti a ferie forzate per "ospitare più gente possibile nello stabilimento". Tuttavia i lavoratori non demordono e si stanno preparando a contestare. La Fiom-Cgil, infatti, ha organizzato un corteo che terminerà proprio davanti ai cancelli della fabbrica. La Palazzoli, infatti, è una delle poche aziende di Brecia che impedisce al sindacato di categoria di fare assemblee retribuite.

Oltre alla protesta del sindacato ci sarà anche un'altra manifestazione organizzata dal centro sociale Magazzino 47 e anche questa si concluderà proprio davanti agli stabilimenti dove è in programma l'assemblea degli industriali bresciani.

Dopo la visita alla Palazzoli, il Premier andrà a visitare altre due aziende a Rezzato, ossia la Italcementi, che alla presenza del Presidente del Consiglio inaugurerà un nuovo impianto produttivo, e la Omr, che è di proprietà di Marco Bonometti, presidente degli industriali bresciani. All'Omr è prevista, oltre alla visita dell'impianto, anche un incontro con gli operai.
Ricordiamo che questa non è la prima visita di Renzi a Brescia, perché due mesi fa aveva presenziato anche all'inaugurazione di uno stabilimento delle Rubinetterie bresciane di Aldo Bonomi.

Nei prossimi giorni il tour di Renzi continuerà in altre città "calde" dal punto di vista della protesta operaia: si tratta di Taranto e di Terni. Tra l'altro proprio il giorno in cui Renzi sarà a Terni (mercoledì), molti operai dell'acciaieria Ast saranno invece a Roma, davanti al Ministero dello Sviluppo Economico dove è in programma un incontro che potrebbe essere decisivo per la loro situazione.

Secondo Pippo Civati, che è stato intervistato dal Giornale di Brescia, l'atteggiamento di Renzi è provocatorio, perché insiste sulle tensioni che si sono create dopo le manganellate agli operai di Terni.

Matteo Renzi in tour nelle fabbriche

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO