La 18enne Saira Blair eletta alla Camera del West Virginia

Conservatrice, figlia di un senatore, la ragazza ha travolto con il 63% dei voti la sua concorrente.

Se a 18 anni la maggior parte dei ragazzi sono impegnati nell'ultimo anno di liceo o con le prime esperienze lavorative o universitarie, c'è anche chi a quella stessa età ha già raggiunto la sua prima carica politica. E non una carica politica di scarsa importanza, visto che Saira Blair è stata eletta alla House of Delegates del West Virginia, in pratica la Camera di quello stato federale americano.

Saira Blair, 18 anni, studentessa di economia che ha condotto la sua campagna praticamente appena fuori dal suo studentato, ha sconfitto la sua 44enne rivale con una percentuale che lascia poco spazio ai dubbi: 63% contro 30%. È diventata così la più giovane deputata dell'intera nazione. Figlia del senatore Craig Blair, la ragazza è una repubblicana molto conservatrice in materia fiscale e non solo, tanto che sulla sua pagina Facebook ha scritto: "La strada per il successo e la prosperità e fatta di valori e principi conservatori".

Una strada per il successo che, nel suo caso, è iniziato a maggio quando ha sconfitto nelle primarie di partito il 66enne repubblicano che prima di lei deteneva quel seggio. Una vittoria arrivata quando Blair aveva solo 17 anni. E gli studi? La sua carriera come pianificatrice finanziaria subirà inevitabilmente un ritardo, dal momento che la ragazza ha deciso di posporre il semestre in modo da poter affrontare al meglio il suo nuovo incarico.

E se è inevitabile pensare a quanto avere un padre senatore possa aiutare una così precoce carriera politica, è anche vero che la ragazza ha utilizzato 4mila euro dei suoi risparmi per la sua campagna per mostrare a tutti che stava facendo sul serio: "Sono orgogliosa di quanto abbiamo realizzato assieme, ma da ora in avanti sarà il futuro dello stato il mio unico focus".

Schermata 2014-11-06 alle 10.11.23

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO