Ore 12 - Cossiga il "picconatore" apre il congresso straordinario virtuale del Pd

altroStavolta Francesco Cossiga il piccone lo usa in modo felpato.

Perché l’interlocutore dell’ex presidente della Repubblica è Massimo D’Alema, politico “stimato e amico”, invitato esplicitamente a tornare comunista.

Il Picconatore apre solchi nuovi. “La politica solispsista di Veltroni – afferma Cossiga – è fallita. Che non sia il caso di riallacciare (per il Pd, ndr) i legami e le alleanze con la sinistra democratica e radicale aderendo al Partito socialista europeo e all’Internazionale socialista? Non è il caso che la sinistra italiana, che è la patria di Gramsci e Togliatti, torni a coltivare il marxismo?”.

La visione del presidente emerito è chiara, con una inedita semplificazione della realtà politica italiana: una destra europea, partito conservatore democratico espressione di interessi “moderati” e ideali “nazionali”; una sinistra europea, espressione della classe lavoratrice e del ceto medio oramai proletarizzato, partito con ideali anticapitalisti, antiliberisti, antimilitaristi e pacifisti; un “centro” moderno post Dc, partito minoritario ma indispensabile per costituire il nuovo centrosinistra, quello con il trattino.

E i “cattolici adulti” o “cattolici democratici” oggi dentro il Partito democratico? “Nessun problema – chiosa Cossiga – per loro è solo questione di posti …”.

Picconata o sasso nello stagno, fa lo stesso. Più che un suggerimento a D’Alema, quello di Cossiga sembra l’intervento che apre il congresso straordinario del Pd!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO