Elezioni Regionali Liguria. Cofferati si candida alle primarie Pd

Europarlamentare ed ex sindaco di Bologna, parteciperà alle primarie del 21 dicembre

Dopo giorni di attesa e mezze conferme, Sergio Cofferati scioglie la riserva e annuncia la candidatura alle primarie per le Elezioni Regionali in Liguria che si terranno nei primi mesi del 2015. Le primarie, invece, si terranno il 21 dicembre e finora è una sfida a due tra lo stesso Cofferati e Raffaella Paita, attuale assessore alle infrastrutture nella giunta Burlando, candidata "gradita" alla maggioranza Pd.

Per questo l'ufficializzazione della candidatura di Cofferati ha creato dei malumori nel partito, in quanto l'ex sindaco di Bologna è considerato vicino alla minoranza del partito, e ha un seguito tale da poter ambire senza dubbio a conquistare la nomination per le Regionali. Nei giorni scorsi il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini è andato in Liguria, pare su input dello stesso Renzi, per valutare la situazione, ma non ha potuto far altro che prendere atto del largo consenso attorno alla candidatura di Cofferati.

66 anni, attualmente Europarlamentare, Sergio Cofferati è cremonese di nascita ma ormai da anni vive a Genova. Segretario generale della CGIL dal 1994 al 2002, ha guidato il sindacato negli anni delle battaglie contro l'abolizione dell'articolo 18 e in quelli della recrudescenza del terrorismo neo-brigatista. Il culmine della sua attività sindacale è arrivato nel 2002, con la grande manifestazione che portò al Circo Massimo quasi 3 milioni di persone.

Terminato il mandato alla CGIL, Cofferati era considerato il punto di riferimento della sinistra italiana e un aspirante di peso alla guida del centrosinistra. Lui però si "parcheggiò" a Bologna diventando sindaco con risultati alterni, facendosi soprannominare "sceriffo" per alcune crociate, come quelle contro i piercing o per la chiusura anticipata dei locali. Dopo un solo mandato decise di non ripresentarsi, per stare vicino alla famiglia a Genova. Pochi mesi dopo però diventò europarlamentare, tra non poche polemiche.

La prima polemica di questa campagna elettorale riguarda invece la data delle primarie. Il 21 dicembre, l'ultima domenica prima di Natale, "dovrebbe essere dedicata alle famiglie e ai commercianti, non al voto" ha sostenuto Cofferati, adeguandosi però alle scelte del partito.

sergio cofferati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO