Muro di Berlino, Papa Francesco all’Angelus: “Cadano tutti i muri, serve la cultura dell’incontro”

Anche il Santo Padre ha ricordato la caduta del Muro di Berlino e i tanti che hanno lottato per riuscire in quella storica impresa.

Nella giornata di celebrazione dei 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, anche Papa Francesco ha speso qualche parola per questa ricorrenza nel corso dell’Angelus di oggi.

Venticinque anni fa, il 9 novembre 1989, cadeva il Muro di Berlino, che per tanto tempo ha tagliato in due la città ed è stato simbolo della divisione ideologica dell’Europa e del mondo intero.

Accolto da un lungo applauso, il Santo Padre ha invitato tutti i fedeli a pregare perchè

si diffonda sempre più una cultura dell'incontro, capace di far cadere tutti i muri che ancora dividono il mondo, e non accada più che persone innocenti siano perseguitate e perfino uccise a causa del loro credo e della loro religione.

Davanti a migliaia di persone riunitesi in piazza San Pietro, Papa Bergoglio ha ricordato anche il ruolo che ebbe Karol Wojtyla:

La caduta del Muro avvenne all’improvviso, ma fu resa possibile dal lungo e faticoso impegno di tante persone che per questo hanno lottato, pregato e sofferto, alcuni fino al sacrificio della vita. Tra questi, un ruolo di protagonista ha avuto il santo Papa Giovanni Paolo II.

VATICAN-RELIGION-POPE-ANGELUS

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO