Chi è Federica Salsi?

Federica Salsi a Ballarò del 30 ottobre 2012

    Aggiornamento: stando alle regole del Movimento, Federica Scelsi non dovrebbe poter candidarsi alle elezioni politiche 2013, avendo al 29 ottobre 2012 un incarico elettivo.

Federica Salsi è un'esponente del Movimento Cinque Stelle, ospite nella puntata di questa sera, 30 ottobre 2012, di Ballarò, il programma di informazione di Giovanni Floris.

Una vera e propria rarità, insomma, considerato quanto siano centellinate le apparizioni di grillini (anche se non bisogna chiamarli più così) in televisione, sottolineata dalle battute di Maurizio Crozza che nel monologo iniziale ha salutato la Salsi e le ha detto di fare attenzione, che se Casaleggio l'avesse vista lì le avrebbe messo «la carta stagnola in testa» e le avrebbe fatto fare «il pannello fotovoltaico».

Difficile trovare qualche informazione "mainstream" su di lei in rete, molto meno difficile trovare sue tracce fra le cinque stelle dell'Universo Grillo.

Consigliera del Movimento Cinque Stelle a Bologna, ha pubblicato, naturalmente, per amor di trasparenza, tutte le sue buste paga durante l'incarico.

E' lecito immaginarsi che la si troverà fra i candidati alle elezioni politiche del 2013 per le quali Grillo ha avviato la campagna di reclutamento sul web.

Sul suo profilo Facebook, la Salsi risponde ad una domanda davvero complessa: «Perché ho deciso di fare politica?»

La risposta è persino un po' poetica:

«Ho letto Gomorra, di tanto in tanto dovevo chiuderlo e metterlo via. Mi trovavo con gli occhi pieni di lacrime e non riuscivo più a leggere...

Ho letto La Casta, di tanto in tanto dovevo chiuderlo e metterlo via. Accidenti se mi arrabbiavo.

Poi mia figlia, quando aveva 9 anni, un giorno mi ha chiesto: Mamma, ma non si possono mettere in galera quelli che fanno leggi come il Lodo Alfano? Ne avevano parlato a scuola...

Allora le ho risposto: Ci stiamo lavorando. Potevo mai dire ad una bambina di 9 anni che quelle persone che si stavano facendo quelle leggi dovevano già essere in galera e facevano quelle leggi proprio per non andarci? Ho mandato giù i bocconi amari di Gomorra, de La Casta, de L’odore dei Soldi e di tutti gli altri capolavori che raccontano l’altra Italia a coloro che vogliono aprire gli occhi. Ho rimboccato le maniche e ora sono qua.

SIAMO NOI IL CAMBIAMENTO CHE VOGLIAMO, CON IL NOSTRO ESEMPIO NELLA VITA QUOTIDIANA.

Nata a Bologna il il 25 settembre 1972, ha un blog su cui aggiorna a proposito delle proprie attività in Consiglio Comunale a Bologna.

Dopo il caso-Favia, la Salsi era stata avvicinata da un giornalista di Piazzapulita, il programma di Corrado Formigli che aveva mandato in onda l'intervista rubata che aveva scatenato una ridda di polemiche in seno al movimento.

Lei si è negata alla giornalista e poi ha scritto sul suo Facebook:

««Non credo alle mie orecchie primo per la faccia di bronzo e secondo perché mi rendo conto che manca proprio l’abc. La lascio parlare per un po’ e poi le dico: “Mi stai chiedendo una chiacchierata informale dopo che il tuo programma ha mandato in onda un fuori onda registrato di nascosto? Non ho voglia di parlare con te e con nessun giornalista. Quello che dovevo dire lo ho già detto e scritto e non ho nulla da aggiungere. I vari media hanno usato le mie dichiarazioni attribuendomi posizioni e incasellandomi in fazioni che non mi appartengono e volete che continui a fornirvi materiale per incrementare questo giochino?”.

Vorrei che il gioco della politica non fosse parlare di fantapolitica, ma di quello che noi facciamo all’interno delle istituzioni, di cosa facciamo con i cittadini. Ma tutto questo non è gossip e non interessa. È molto più “divertente” parlare delle percentuali alla prossime elezioni politiche, piuttosto che di come stiamo lavorando come consiglieri».

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO