Laura Boldrini: "Senza Mare Nostrum aumenteranno i morti"

Secondo il Presidente della Camera "Triton non è sostitutiva né per mezzi né per risorse".

La Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini oggi è intervenuta alla Conferenza della Agenzia dell'Unione Europea per i Diritti Fondamentali dal titolo Fundamental Rights and Migration to the EU durante la quale ha avuto modo di parlare dell'operazione Mare Nostrum esprimendo grande preoccupazione per il fatto che si sia deciso di chiuderla e di avviare Triton.

Boldrini ha ricordato che nel 2014, dall'inizio dell'anno fino a oggi, sono morte più di tremila persone, numeri da guerra, insomma, perciò per lei l'equazione è semplice: senza Mare Nostrum i morti aumenteranno. La sua previsione si basa sul fatto che anche i vertici dell'Agenzia Frontex hanno messo in chiaro che Triton non si può considerare un'operazione sostitutiva a Mare Nostrum "né per mezzi, né per risorse".

La terza carica dello Stato ha elogiato l'operazione della Marina Militare Italiana evidenziando come essa sia stata un'azione che il governo italiano, anche in un momento di crisi, ha dotato per

"dire no al cinismo, salvando decine di migliaia di vite umane"

Perciò, ora che viene chiusa, si chiede:

"Come si fa a non vedere che i morti aumenteranno? Si può veramente immaginare che chi fugge da guerre e persecuzioni cesserà di attraversare il Mediterraneo perché non c'è più Mare Nostrum? È irrealistico immaginare qualcosa del genere. Ecco perché sono molto preoccupata per ciò che potrà succedere nel Mediterraneo che è frontiera europea"

Boldrini ritiene che sia giunto dunque il momento per i 28 Paesi dell'Ue di pensare a trovare alternative concrete alla traversata in mare, sottraendo anche risorse ai trafficanti. E secondo lei queste alternative esistono già. In particolare ha parlato del programma di Resettlement, vale a dire la possibilità per ogni Paese membro di ospitare una quota di rifugiati che verrebbero trasferiti legalmente dai Paesi di transito (come la Libia) dopo che gli organismi internazionali, come l'Alto Commissariato Onu per i Rifugiati (UNHCR) di cui proprio lei è stata portavoce, hanno individuato quali sono le persone più bisognose di protezione.

E a proposito del Resettlement, Boldrini ha fornito dei numeri: questo programma viene infatti messo in atto da alcuni Paesi e grazie ad esso, per esempio, gli Stati Uniti hanno accolto 66mila rifugiati, l'Australia 13mila e il Canada 12mila nel 2013, mentre i 28 Stati Europei ne hanno accolti meno di 5mila.

Laura Boldrini - Senza Mare Nostrum più morti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO