DiMartedì | Puntata 11 novembre 2014

DiMartedì: la puntata dell'11 novembre 2014 in diretta

23.54 Finisce la puntata.
23.53 Scanzi: "La Lega non sarà autosufficiente, Salvini sarà ancora maggiordomo di Berlusconi".
23.50 Toto nomi al Colle.

presidente r

23.49 Salvini: "Casapound? Se condividono le nostre politiche sull'immigrazione sono benvenuti. Non mi sento né di destra né di sinistra".
23.49 Scanzi: "Salvini sa stare in televisione. E fa politica sul territorio. Ma non è difendibile sul tentativo di raccogliere il malcontento anche violento di Casapound e dell'estrema destra".
23.47 Antiseri a Salvini: "Se usassimo i soldi rubati da tutti i partiti un po' di campi ben attrezzati per gli zingari si potrebbero fare per essere più sicuri e più civili".
23.45 Salvini rifiuta di controreplicare a Contini preferendo appellarsi al governo affinché esenti gli alluvionati e terremotati dal pagamento tasse. Scanzi: "Non hai argomenti".
23.44 Salvini precisa: "L'immigrazione controllata è un fattore positivo. A Contini piace quella irregolare che provoca anarchia". Contini: "Lei è poco rispettoso".

23.42 Contini: "Sono preoccupata dalla cultura che emerge dalle parole di Salvini. Dice cose di grande violenza. Parla sempre di contrapposizione, di divisione". Salvini: "Dispiace che ci sia qualcuno che odia chi non la pensa come lui e che insegna da una cattedra".
23.41 Il sondaggio sui fatti di Bologna.

sid

23.40 Salvini: "Renzi è molto più bravo, simpatico, telegenico di me. Gli invidio la cattiveria e la spregiudicatezza".
23.36 Antiseri: "Siamo passati da partito ideologico fonte di verità al partito post-ideologico fonte di proposte in cui destra e sinistra contano poco".
23.33 Sondaggi.

leader

23.33 Salvini: "La Bossi-Fini la rifarei anche domani".
23.30 Salvini: "A parità di povertà ci sono italiani di serie A e di serie B". Scanzi insiste: "Salvini ha solidarizzato con il sindacato di Polizia che aveva plaudito coloro che sono stati condannati in via definitiva per l'omicidio di Aldrovandi. Salvini è un razzistello. E i razzistelli hanno successo in questo Paese.".
23.29 Contini: "Gli zingari rubano, ma non sono gli unici che lo fanno". Salvini dice che non pagano le bollette? Certo, quei campi sono provvisori, non c'è nulla a norma, non possono pagare".
23.27 Salvini ribadisce che non trova giusto che i terremotati debbano pagare le tasse mentre i campi rom sono a carico del pubblico.
23.26 Scanzi: "Si può pensare che per un voto in più o meno io metta a rischio la mia vita? Sì". Salvini: "Curati, hai dei problemi. È delirante".
23.24 Scanzi: "Salvini cercava l'aggressione per recitare la parte del martire, come fa in tv, e per raccogliere voti. È stato bravissimo. Ha ottenuto quello che voleva, ma non giustifico la violenza". Il leghista insiste: "Se mi entrava un vetro nell'occhio stavo in un letto di ospedale adesso. Non metto a rischio la mia incolumità per un voto in più".

salvini renzi

23.22 Salvini: "Mi sono spaventato, se avessero fermato la macchina, non so come sarebbe andata a finire. È stato un episodio di violenza e di delinquenza. Mia provocazione? Una settimana prima una nostra consigliera di Bologna è stata presa a schiaffi. Quindi sono andato lì per controllare, ma mi hanno impedito di andare a vedere il campo".
23.21 Le immagini dei fatti di Bologna.

salvini aggressine

23.20 In studio il filosofo Dario Antiseri e la pedagogista Mariagrazia Contini. Da Parma Matteo Salvini.
23.15 In onda un servizio 'attenzione ai telefonini'. Il riferimento è ai servizi a pagamento che si attivano 'accidentalmente'.
23.10 Meloni parla di "una norma delirante": "Nello sblocca Italia la Basilicata è espropriata dal controllo dell'estrazione del petrolio". Pubblicità.
23.08 Battista: "I beni del demanio da 30 anni sono nell'incuria, il patrimonio è abbandonato". Settis: "Il demanio va gestito, non abbandonato".
23.06 Settis: "Per sbloccare l'Italia stanno creando meccanismi che la bloccano ancora di più". E critica il fatto che il porto turistico di Otranto sia stato definito atto di alta amministrazione.
23.03 Settis: "Nello sblocca Italia 110 milioni di euro per il dissesto idrogeologico ma ci sono 4 milioni di spese per nuove opere che lo accentueranno". E cita la Orte-Mestre.
23.02 Lo sblocca Italia per l'ambiente.

sblocca italia

22.58 Settis: "Il demanio è trattato come una palla al piede, ma ha una storia, una tradizione, è la garanzia della libertà e della democrazia. Le vendite non servono a ripianare il debito pubblico, ma per fare speculazioni".
22.53 In un servizio lo Stato che sta provando a vendere il demanio.
22.48 Battista: "È tutta colpa della Merkel? Mentre la Germania faceva le riforme, da noi la gente deve andarsene all'estero". Pubblicità.
22.44 In un servizio gli italiani che vogliono fuggire all'estero.
22.41 Il nuovo catasto.

il nuovo catast

22.38 Nuovo botta e risposta tra Scanzi e Moretti. Meloni insiste sul voto dell'Italia a Juncker. Quindi: "Le acciaierie di Terni stanno chiudendo perchè l'Ue ha fatto il gioco delle tre carte". Poi rinfaccia a Moretti il fatto che la proposta di Fdi sull'esenzione dell'Imu per i capannoni in Veneto non fu votata dal Pd.

giorgia meloni1

22.37 Moretti sull'esenzione dell'Imu sui capannoni: "Siamo al 20%, ma si può fare molto di più".
22.36 Scanzi: "Renzi in Italia ci fa sapere che a Juncker gliene dice quattro, ma poi lo vota in Europa". Moretti: "Renzi sta dicendo all'Europa 'smettila di fare il burocrate rispetto all'Italia'".
22.34 Scanzi sostiene che non c'è una grande discontinuità tra il governo Renzi e i precedenti. Poi accusa: "Grande parte dell'informazione è innamorata di Renzi, che è un restauratore, non un riformatore".
22.33 De Magistris: "Oggi ci impongono le tasse, una parte di esse non restano nel territorio e il patto di stabilità non ci permette di usare i soldi".
22.32 De Magistris: "I sindaci sono esattori. Le imposte sono stabilite soprattutto dal governo. Le tasse cambiano nome, ma di fatto restano uguali".
22.31 Ci sono anche le tasse retroattive.

tasse retroattive

22.25 In un servizio le tasse nascoste. Anche sulla morte. Per il trasferimento del feretro e per il loculo. Poi ci sono gli aumenti sui pacchetti di sigarette. Oltre alle clausole di salvaguardia.
22.18 In un servizio lo stato delle riforme.
22.14 L'economista Minenna: "La manovra ritarda i problemi, prende tempo. Il pareggio di bilancio avverrà nel 2017". Poi spiega: "Probabilmente dopo la legge di stabilita servirà una rettifica, un'altra manovra".

Minenna

22.09 I dubbi dell'Europa sulla legge di stabilità.

i dubbi

22.07 Battista: "I Comuni sprecano soldi con le municipalizzate. Il governo è troppo timido in questo senso".
22.05 De Magistris: "Renzi non è stato eletto dal popolo Presidente del Consiglio". Poi aggiunge: "Sono deluso da Renzi. Gli 80 euro sono costati ai Comuni 6 milioni e 700 mila euro di tagli".
22.04 Moretti: "È una balla, non sono mai stata vicina al centrodestra. Sono sempre stata nel Pd, dal 2008. Nelle primarie mi sono scontrata con Renzi, che c'è di male?".
22.03 Scanzi critica l'incoerenza di Moretti: "Sei pronta a prendere qualsiasi posto: se Thohir cambiasse Mazzarri potrebbe sostituirlo lei". La replica: "Baggianate e bugie".

moretti e scaniz

22.02 Moretti: "In 7 mesi abbiamo fatto di più di quanto fatto dai governi in 20 anni". Scanzi: "Utilizzate dei bravi pusher allora".
22.00 Scanzi: "L'Irap è stata tecnicamente abolita, ma è rientrata da un'altra parte". Poi cita il taglio di 100 mila euro ai fondi per la Sla. Applausi del pubblico. Moretti: "Bisogna avere rispetto per Renzi".
21.59 Moretti ricorda anche il taglio dell'Irap. Scanzi: "Questo è un incantamento generale. C'è un dislivello tra percezione e realtà".
21.58 Moretti: "Gli scioperi non mi preoccupano. Le proteste sono il sale della democrazia. Il governo ha dovuto fare scelte: ha ridato fiducia a famiglie e imprese, tagliando le tasse, rendendo strutturali gli 80 euro, sostenendo la natalità".

alessandra moretti la7

21.57 Meloni: "La legge di stabilità prevede aumenti reali e possibili delle tasse".
21.55 Meloni: "Gli italiani stanno capendo che c'è distanza tra le slides del Premier e la realtà delle cose. Sta cambiando poco anche nel rapporto con l'Europa: il Pd si è prestato a rivotare alla presidenza della commissione Juncker".
21.49 In un servizio focus sulle conseguenze della manovra sulle pensioni: lo Stato erode il capitale dei lavoratori, di fatto.
21.43 De Magistris cita il patto di stabilità (anche se, erroneamente, nomina la legge di stabilità). Pubblicità.
21.41 Moretti: "La politica deve avere uno sguardo lungo. La prevenzione del territorio non è mai stata fatta. La burocrazia soffoca, impedisce alle amministrazioni locali di fare".
21.40 Scanzi: "Nessuna forza politica ha messo al centro del suo progetto il tema ambientale".

andrea scani dimartedi

21.38 Meloni: "L'assassino è il presentismo. Si rincorrono sempre le emergenze. Non si fa programmazione territoriale. Bisogna imparare a investire anche su qualcosa che non si ripercuote sul consenso immediato".
21.37 Collegamento da Piazza del Campidoglio, dove è in corso la riunione col sindaco Marino per il caso multe al Comune di Roma.
21.36 Settis: "Si parla di modernità, ma la modernità è ricordarsi della dignità umana".
21.33 Settis: "È vero che oggi piove di più, ma non stiamo facendo nulla per prevenire. Quando ci sono i morti bisogna cercare l'assassino. E in questo caso siamo noi".

settis la7

21.27 Salvatore Settis in studio. In diretta collegamento da Chiavari, dove stanotte c'è stata una forte alluvione. Il sindaco si lamenta per il patto di stabilità che blocca i fondi del suo comune.
21.26 Crozza dà vita anche a Brunetta, critico sul patto Renzi-Berlusconi.
21.25 Crozza su D'Alema: "Dalla Gruber faceva l'effetto delle repliche di Tetechete".
21.21 La copertina di Maurizio Crozza. Che si appella subito a Napolitano:

Presidente, con tutto il rispetto, lei ha detto che se ne sarebbe andato dopo la legge elettorale, le riforme costituzionali e il risanamento economico. Sommessamente, Presidente, guardi che qui non è stato fatto un caxxo!

21.18 In studio ci sono anche Alessandra Moretti del Pd e il giornalista Pierluigi Battista.
21.14 Subito in onda l'Abracadabra baby.

giovanni floris la 7

DiMartedì stasera torna con una nuova puntata, seguita in liveblogging da Blogo dalle ore 21.10. Alla conduzione Giovanni Floris.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 11 novembre 2014

DiMartedì: nella puntata di stasera in primo piano le pensioni, le tasse e i nuovi equilibri politici. Ospiti di Giovanni Floris saranno Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia), il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’editorialista del Corriere della Sera, Aldo Cazzullo, il giornalista de il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi. Ad arricchire la puntata l'intervista allo storico dell’arte Salvatore Settis e i sondaggi di Nando Pagnoncelli dell'Ipsos.

DiMartedì| Maurizio Crozza

dimartedi 1 1 2

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Secondo screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO