Papa Francesco Angelus: "Tor Sapienza: no allo scontro"

Papa Francesco dopo l'Angelus ricorda gli episodi di Tor Sapienza: "Mettiamo a disposizione sala della parrocchia per un incontro tra istituzioni, residenti e stranieri".

Papa Francesco, alla fine del consueto Angelus della domenica, ha parlato degli ultimi avvenimenti di Tor Sapienza, con scontri tra i residenti e gli stranieri. Invitando tutti "all'incontro e non allo scontro". Il pontefice ha offerto anche la disponibilità della comunità cristiana per un summit tra tutte le parti in causa, comprese le istituzioni.

"In questi giorni, a Roma ci sono stati numerosi scontri. Si sono registrare tensioni forti tra residenti ed emigrati. Purtroppo, ci sono quartieri periferici segnati da disagi. Per questo motivo, la priorità deve diventare l'emergenza sociale e va affrontata presto e in maniera adeguata. Altrimenti, rischia di degenerare, come abbiamo potuto vedere".

Papa Francesco offre non soltanto parole:

"La comunità cristiana si impegna perché ci sia un incontro e non uno scontro. Mettiamo a disposizione anche la sala della parrocchia perché si parlino cittadini, emigrati e istituzioni. La cosa importante è non cedere alla tentazione dello scontro e respingere ogni violenza. E' possibile dialogare per superare il sospetto e costruire una convivenza sicura e pacifica tra i popoli".

Oggi è anche la giornata mondiale delle vittime della strada e non è mancato un accenno da parte di Bergoglio proprio alla fine dell'incontro in piazza San Pietro con tutti i fedeli: "Ricordiamo nella preghiera quanti hanno perso la vita e impegniamoci nella prevenzione degli incidenti stradali e nel rispetto delle norme da parte di tutti gli automobilisti".

Papa Francesco

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO