Election Day per Lombardia, Lazio e Molise il 27 Gennaio 2013, ma perché?

Le elezioni regionali anticipate di Lazio, Lombardia e Molise saranno fissate in un'unica data. Il ministro Cancellieri ha espresso l'intenzione di accorpare le consultazioni nella prima data utile, quella del 27 gennaio 2013. Niente ipotesi esotiche di voto natalizio (quello paventato da Formigoni che ha un atteggiamento opposto a quello della sua collega Polverini in merito), ma una consultazione in pieno inverno e con la coincidenza della Giornata della Memoria per la Shoah.

La decisione di tenere nella stessa data le nuove consultazioni per le tre regioni rimaste senza governo (il Lazio dopo lo scandalo di "Batman" Fiorito, la Lombardia per gli scandali - plurale d'obbligo - e il Molise per le irregolarità nel voto dell'ottobre 2011) è condivisibile, ma questo punto non si riesce a comprendere perché non attendere ancora 60 giorni e arrivare al vero accorpamento, quello che farebbe risparmiare sul serio, con le Elezioni Politiche 2013 che arriveranno ad inizio Aprile.

Si sarebbe potuto immaginare di anticiparle di un paio di settimane, ma la scelta di andare al voto per le regioni a gennaio e per il parlamento ad aprile appare una contraddizione nei tempi della spending review. C'è davvero tutta questa fretta di riportare alle urne i cittadini delle tre sfortunate regioni? Il dato dell'affluenza siciliana, inferiore al 50%, non consiglierebbe di ridurre i disagi per i cittadini lombardi, molisani e laziali che sarebbero costretti ad andare al voto due volte nel giro di poche settimane?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO