Domenico Gattuso, Elezioni Calabria 2014, L'Altra Calabria

Domenico Gattuso, Elezioni Regionali Calabria 2014. Ecco chi è il candidato di L'Altra Calabria

Elezioni Regionali Calabria 2014 - Domenico Gattuso è il candidato della lista L'Altra Calabria alla poltrona di governatore della Regione Calabria.

Il candidato Domenico Gattuso, che con L'Altra Calabria ricalca l'esperienza politica de L'Altra Europa con Tsipras, è nato a Motta san Giovanni (RC) il 7 novembre del 1959 e risiede a Reggio Calabria: coniugato, una figlia di 17 anni, la politica di Gattuso arriva dalla famiglia (il padre operaio alle ferrovie) e dall'esperienza con la FGCI nel territorio della locride, prima di iscriversi al PCI.

Laureatosi in ingegneria Civile per la Difesa del Suolo e la Pianificazione Territoriale all'Università della Calabria a Rende (Cs), dove ha contribuito a fondare la sezione universitaria del PCI nel campus universitario di Arcavacata di Rende, si è specializzato nel campo dei trasporti lavorando presso l'ateneo calabrese fino a diventare professore ordinario di Ingegneria dei Trasporti presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

La sua attività accademica non ha tuttavia soffocato il fuoco della passione politica: sempre attivo e partecipe alle numerose iniziative politico sindacali in Calabria, insistendo in particolare sul tema della mobilità sostenibile (anche se in Calabria bisogna partire dal passo precedente, ovverosia creare mobilità nei trasporti immobili della regione punta d'Italia); Gattuso è stato anche tra i firmatari del Manifesto per un Soggetto Politico Nuovo ed ha seguito il percorso che ha condotto alla formazione di ALBA, assumendo il ruolo di referente del nodo di Reggio Calabria.

Di recente è stato promotore, a Reggio Calabria, della Rete delle Associazioni, che aggrega circa venti movimenti ed associazioni tutti convergenti su valori comuni e sull’obiettivo della costruzione dal basso di un programma di rilancio della Città: una realtà, questa, che in poco tempo è divenuta molto propositiva nei confronti della pubblica amministrazione reggina.

La biografia di Gattuso si arricchisce con le esperienze di consulente nel settore trasporti, che mostrano competenza e fattibilità nelle proposte avanzate nel corso del tempo.

Elezioni Calabria 2014 | Domenico Gattuso | Il programma

416904_2989904424268_290971523_n

Come scrive lo stesso candidato della Lista L'Altra Calabria, la Regione vive sotto molti profili gli anni peggiori della sua storia repubblicana:

"Sono candidato Presidente alle elezioni regionali del 23 Novembre 2014 con la lista “L’Altra Calabria”. La sfida è ardua, ma sono convinto che essa va affrontata con determinazione. La Regione è allo sbando, priva di prospettive e a rischio di ulteriore impoverimento. Sono dell’avviso che occorra provare a costruire una nuova classe dirigente e una nuova Calabria, dando voce alle competenze, ai più deboli e più bisognosi, agli esodati dalla politica che il renzo-berlusconismo sta emarginando, all’insegna dell’equità sociale, della solidarietà, del rispetto per la persona e per l’ambiente, di nuovi canoni economici e sociali, dell’affermazione dei beni e dei valori comuni, del diritto al lavoro, della speranza per i nostri ragazzi. Seguendo il percorso già tracciato dall’esperienza dell’Altra Europa con Tsipras. Proviamoci insieme. Nulla è impossibile."

In qualità di esperto di pianificazione dei trasporti, attivo sostenitore dei Trasporti Equo-Sostenibili, impegnato per la difesa e il rilancio delle ferrovie regionali (presidente del CIUFER), per lo sviluppo della logistica e della portualità nel Mezzogiorno, componente di gruppi di ricerca nazionali ed internazionali, direttore del Laboratorio di Logistica LOGICA, Gattuso pone un forte accento sulla mobilità in Calabria.

Sono tre i pilastri fondamentali della corsa alla Presidenza della Regione del candidato di L'Altra Calabria: ambiente, agricoltura, e cultura. Meccanismi virtuosi di sviluppo, generatori di nuove opportunità socio-economiche, occupazionali e di progresso civile, democrazia che sia il più partecipativa possibile che possa persuadere il cittadino ad un dialogo costante con istituzioni e pubbliche amministrazioni.

Sull'ambiente in particolare L'Altra Calabria pone un accento molto marcato, focalizzando l'attenzione sulla tutela del territorio, sul risanamento del dissesto idrogeologico e sull'abbattimento degli ecomostri che rovinano le coste e l'entroterra calabro. Cronico il "NO" ad opere come l'ipotesi di una centrale a carbone a Saline, al rigassificatore di Gioia Tauro, alle trivellazioni nella Sibaritide e in mare.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO