Stati Uniti, Obama lancia Hillary Clinton: "Sarebbe un grande presidente"

Barack Obama lancia Hillary Clinton come successore nel ruolo di presidente degli Stati Uniti: "Sarebbe un grande presidente".

Il primo presidente nero nella storia degli Stati Uniti tira la volata al possibile primo presidente donna. Barack Obama lancia Hillary Clinton come successore. E lo fa nel popolarissimo programma This Week, mandato in onda dall'emittente Abc. "Gli Usa hanno bisogno di un odore di macchina nuova. Hillary Clinton sarebbe un grande presidente".

Il numero uno della Casa Bianca ha detto che ci sono parecchi possibili candidati democratici "magnifici presidenti", ma poi ha citato solo l'ex segretario di Stato: "Sarebbe una formidabile candidata e un grande presidente". Hillary Clinton ufficialmente non si è ancora candidata per le presidenziali del 2016, ma tutto lascia intendere che lo farà a breve.

Il presidente americano ha confermato, all'Abc, di parlare regolarmente con Clinton e di considerarla "un'amica".

"Non ha ancora annunciato ufficialmente di volersi candidare, perciò non voglio bruciare le tappe. Ma penso che la gente voglia guidare un'auto nuova fuori dal parcheggio, una che non abbia tanto chilometraggio come me. Non sarà d'accordo con me su tutto. E, si sa, uno dei vantaggi di correre per la presidenza è il fatto che è possibile avere le proprie posizioni".

Obama ha garantito che farà tutto il possibile per garantire che un membro del suo partito divento il suo successore. "Sono molto interessato a fare in modo di avere un candidato democratico per cui farò tutto il possibile, ovviamente, per aiutare il nostro candidato".

Hillary Clinton

Sposata con Bill Clinton dal 1975, Hillary è avvocato. Segretario di Stato durante il primo mandato presidenziale di Barack Obama, è stata first lady dal 1993 al 2001 e senatrice degli Usa per due mandati consecutivi, dal 2001 al 2009. Il 20 gennaio 2007 annunciò la sua candidatura alle primarie del suo partito per la Casa Bianca, ma fu sconfitta a sorpresa proprio da Barack Obama, che sarebbe stato poi eletto alla presidenza. Resta la candidata che ha ottenuto più voti popolari (18 milioni) nella storia delle primarie americane.

La sua storia pubblica si è intrecciata con la sua vita privata nel 1998, a causa dello scandalo Lewinsky. Il cosiddetto Sexgate, quando il marito - all'epoca presidente - ebbe una relazione extraconiugale con una stagista della Casa Bianca, Monica Lewinsky. Nonostante le rivelazioni, Hillary ha sempre voluto restare fedele al suo matrimonio, pur affermando in due biografie che quello è stato un momento molto doloroso.

Hillary Clinton

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO