Da abbronzato a negro: su Obama Forattini riesce a fare peggio di Berlusconi


Non so cosa stia accadendo in Italia dopo le elezioni USA, ma ha tutte le caratteristiche di un vero corto circuito mentale. Nel pomeriggio ci siamo dovuti sorbire l'infelice battuta di Silvio Berlusconi su Obama, che sarebbe "abbronzato". Tutti conosciamo l'amore per la battuta del leader del Pdl, e pur ritenendo la frase assolutamente infelice troviamo completamente fuori luogo la reazione di Donadi (Idv); «Mai un presidente del Consiglio era caduto così in basso, lasciandosi andare a battute d'avanspettacolo che tradiscono un razzismo strisciante». Al massimo ha ragione Franceschini (PD), e Dio sa quanto mi costi ammetterlo, che rimarca più che altro il fatto che Berlusconi sia incapace di controllarsi.

Ma questo è niente in confronto a quanto fatto dal celebre disegnatore satirico Giorgio Forattini. La vignetta uscita sul Quotidiano Nazionale che vedete in alto è al di là del bene e del male. Qui la libertà e la satira non c'entrano nulla, e lo dico con la morte nel cuore, parlando di una persona che ho sempre ammirato per coraggio e professionalità. Nella vignetta si vede Bush esclamare "Sciagurata, m'hai tradito col maggiordomo negro". Già il termine negro è altamente dispregiativo, se poi lo uniamo a maggiordomo...

Che tristezza. Ma perché poi? Che cosa gli sarà saltato in mente? Benissimo ha fatto il comitato di redazione (parola che normalmente mi fa venire l'orticaria) a emettere il seguente comunicato:

Il coordinamento dei comitati di redazione della Poligrafici editoriale (Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno) ha espresso in una nota «fermo e totale dissenso nei confronti della vignetta pubblicata dai giornali del Gruppo a firma Giorgio Forattini e dedicata alla elezione di Barack Obama». «La satira è un'espressione di democrazia e di libertà quando non infrange i principi di civiltà e il rispetto dei diritti - ha ricordato il Coordinamento -. Ciò, in questa occasione, purtroppo non è stato, travalicando quei limiti che ogni giornale, quale sia la sua posizione politica, dovrebbe rispettare.

Davvero non so che dire. Provo solo un'immensa amarezza e lascio a voi ogni commento.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO