La Palestina è uno Stato (anche) per la Francia

Il Governo d’Oltralpe si aggiunge alla lista dei Paesi che riconoscono lo Stato palestinese

Con 339 voti a favore, 151 contrari e 16 astensioni il Parlamento francese ha approvato la mozione - proposta dalla presidente socialista della commissione Esteri, Elisabeth Guigou - che chiede al governo di Parigi di riconoscere lo Stato della Palestina. Per il Governo del premier Manuel Valls la mozione non è vincolante, ma si tratta comunque di un segnale importante che segue di poche settimane la decisione analoga presa dai parlamenti britannico, irlandese e spagnolo, mentre il primo Paese Ue ha intraprendere questa strada era stata la Svezia all’inizio di ottobre.

Non ha tardato ad arrivare la replica dell’ambasciata israeliana che ha reagito alla decisione dell’Assemblea nazionale sostenendo che questo gesto “danneggerà il processo di pace” e che una simile decisione irrigidirà la posizione palestinese mandando un “messaggio sbagliato alle persone e ai leader della regione”.

Sul versante palestinese, invece, il voto di oggi è stato elogiato e Hana Ashrawi, ex portavoce dell’Autorità Palestinese ha rivolto un appello al governo francese affinché traduca in atto il voto del Parlamento. Fra una settimana, l’11 dicembre, il testo arriverà al Senato.

A oggi sono 134 gli Stati che riconoscono la Palestina nelle loro relazioni diplomatiche. I primi sì sono arrivati nel 1988, poi c’è stato un risveglio negli anni duemila, ma la vera svolta è avvenuta il 29 novembre 2012 quando l’Onu con 139 voti a favore, 9 contrari e 41 astensioni e 3 assenze ha “promosso” la Palestina a “entità riconosciuta” come Stato osservatore.

Quando arriverà il turno dell’Italia? Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha dichiarato alla Camera che “l'obiettivo del riconoscimento dello Stato palestinese è sul tavolo, ma a nostro avviso deve intervenire nel momento in cui sarà più utile ai fini del rilancio del negoziato”. Più netta, invece, la posizione dell'Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione Europea, Federica Mogherini, che ha ribadito come Gerusalemme possa e debba essere capitale di due Stati.

Weekly Government Questions Session

Via | L’Espresso

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO