Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

Elezioni in Trentino: un terremoto! Pdl a picco: consensi dimezzati! Tiene la Lega Nord. Successo per Pd-Udc. Lorenzo Dellai riconfermato con 20 punti di vantaggio sul leghista Sergio Divina, candidato della maggioranza. Veltroni: “Una grande affermazione del centrosinistra riformista”. Cesa: “Restiamo di centro, Trento no modello nazionale”. La Russa: “Riflettere bene sulle cause della sconfitta”. Borghezio: “Perso per colpa del Pdl”.

Il nostro commento

Crolla il Pdl, e il Pd avanza rispetto alle politiche. Pomposamente, subito Walter Veltroni parla di “una clamorosa sconfitta per il Pdl e di un grande risultato per il Pd e i suoi alleati”. Va ancora oltre Francesco Rutelli che sostiene: “sul piano politico emerge con nettezza che la strada per il futuro è una alleanza di nuovo conio anche a livello nazionale”. Si sa che una rondine non fa primavera. Per il Pd, il voto spinge all’alleanza verso i moderati e i centristi e blocca il tentativo di riaggancio a sinistra. Ma per il Pdl e soci è un campanello d’allarme. Cresce la maretta interna. Per chi suona la campana?

Lorenzo Cesa
: “Abbiamo stretto un accordo elettorale con un democratico-cristiano che ha avuto la determinazione di lanciare una sfida coraggiosa e autonoma per il governo della provincia di Trento. E’ stato un esperimento positivo. Ma non ci saranno ripercussioni nazionali”.

Enrico Letta
: “Bisogna riflettere sul modello Trento. Perché il modello delle Provinciali in Trentino è l’unico con il quale possiamo vincere anche a livello nazionale”.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO