Il M5S perde altri tre parlamentari: si dimettono Iannuzzi, Vacciano e Simeoni

Cristian Iannuzzi, Ivana Simeoni e Giuseppe Vacciano si dimettono dal Parlamento.

Il MoVimento 5 Stelle oggi perde altri tre pezzi. Si tratta del deputato Cristian Iannuzzi e dei senatori Ivana Simeoni e Giuseppe Vacciano.

Cristian Iannuzzi ha così annunciato le dimissioni su Twitter:

Gli altri due dimissionari, come detto, sono Ivana Simeoni, che è la madre di Iannuzzi, e Giuseppe Vacciano, che in un lungo post su Facebook ha spiegato le sue ragioni, specificando che le dimissioni sono irrevocabili e sono dal Senato e non dal gruppo parlamentare M5S, perché su questo decideranno invece i suoi colleghi e il loro "garante", ossia Beppe Grillo.

Sui motivi delle dimissioni il passaggio più interessante è questo:

"Le decisioni prese e le scelte organizzative fatte nelle scorse settimane, a mio avviso sono distanti da quanto ho sostenuto e per il quale ho combattuto in questi anni: una democrazia partecipata intesa come formazione 'congiunta' dei processi decisionali e non semplice ratifica […] In questo momento il fatto che io condivida o meno il merito delle scelte fatte ha poca importanza, il problema è di metodo. Quel metodo al quale ho sempre attribuito pari dignità rispetto al merito e che credo sia stato uno dei segni fortemente distintivi della nostra storia. Oggi non riesco a identificare in questo Movimento (anche se sono fermamente convinto che rappresenti l’ultima speranza per il nostro Paese) alcuni elementi che per me erano fondamentali, nei quali credo profondamente e per i quali ho chiesto sacrifici non tanto a me stesso, quanto ai miei cari. Ignorare o fingere di ignorare questo fatto vorrebbe dire essere intellettualmente disonesto e approfittare della fiducia di tante persone.
Forse avevo frainteso io parte del progetto sin dall’inizio, forse no, non ha molta importanza. Certamente mi dispiace, ma ne prendo atto serenamente e nel rispetto delle scelte della rete, alla quale riconosco come sempre il pieno potere decisionale, lascio il posto al prossimo della lista"

Vacciano spiega anche che non ha intenzione di avvicinarsi ad alcun altro partito politico e che ripresenterà le dimissioni dal Senato fino a quando non saranno approvate. Se dovesse ritrovarsi nel gruppo misto sarebbe solo se, in seguito all'eventuale estromissione dal gruppo parlamentare del M5S, le dimissioni non dovessero essere ancora approvate, in ogni caso continuerà a rispettare tutti gli accordi presi con il M5S quindi restituirà parte dello stipendio da parlamentare e voterà allo stesso modo dei pentastellati. Il suo desiderio in questo momento è quello di tornare a fare il lavoro che svolgeva prima di diventare parlamentare e di stare vicino alla sua famiglia.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Iannuzzi, Simeoni e Vacciano si dimettono

Foto © Facebook Giuseppe Vacciano

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO