Berlusconi scarica Bush e si riavvicina a Putin: basta provocazioni alla Russia!


Diciamolo chiaramente, consideriamo che ci siano state delle provocazioni nei confronti delle federazione russa come per il progetto di collocare missili in Polonia e Repubblica Ceca. Exploit antiamericano del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a margine della conferenza stampa di ieri a Smirne, in Turchia.

Per Berlusconi è una provocazione il riconoscimento del Kosovo e l'ipotesi di un possibile ingresso della Georgia e dell'Ucraina nella Nato. Noi siamo fermamente convinti che si debba mettere la parola fine al processo di allontanamento tra l'Unione Europea, gli Usa e l'occidente in generale dalla federazione Russa. Quindi il premier ora scopre che la Russia guidata da Valdimir Putin ha tutte le ragioni per minacciare lo schieramento di missili nucleari rivolti contro la Polonia e l’Europa, dato che ha subito delle vere provocazioni dagli Stati Uniti d’America. Davvero strano: fino a 10 giorni fa Silvio passeggiava nel parco della Casa Bianca tenendo per mano (in modo anche imbarazzante) il presidente Bush, cioè il fautore principale e il responsabile unico di una politica estera che adesso è diventata sbagliata e aggressiva.

Ora che il guerrafondaio Bush si avvia finalmente... ad essere gettato nella discarica della storia, Silvio si scopre un sincero sostenitore della perestrojka di Barack abbronzato Obama e della politica della distensione: ma Berlusconi non aveva detto "Esprimo tutto il mio apprezzamento e tutta la mia amicizia per George Bush, con lui ho lavorato bene, non c’è mai stato un solo momento in cui io abbia visto in lui degli interessi che non fossero generali, degli interessi di parte, non c’è mai stato niente di diverso da un sentimento di sincerità e di purezza, Bush è un idealista che ha il coraggio di mettere in pratica ciò che deve fare per seguire gli ideali che ritiene giusti per sé, per il suo popolo e per il mondo”.

Ma insomma, è un idealista o un provocatore che ha creato tensione con la Russia? Per scoprire da che parte tira il vento non c’è più bisogno della banderuola a forma di galletto, basta guardare la direzione verso cui nuota il Caimano.

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO