Lituania nell’Eurozona: ora i Paesi dell’euro sono diciannove

La Lituania è il diciannovesimo paese ad adottare la moneta divenuta effettiva 13 anni fa

Da oggi anche la Lituania fa ingresso nei paesi dell’Eurozona. Il Paese baltico manda in “pensione” la vecchia lita e adotta l’euro che di lite ne vale 3,45289. Si tratta del diciannovesimo Paese dell’Ue ad adottare la moneta comunitaria. Nonostante i timori per le imminenti elezioni greche, il percorso della moneta unica prosegue nel solco tracciato nel 1999 dai Paesi che hanno aperto la strada, vale a dire Belgio, Germania, Irlanda, Spagna, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Portogallo e Finlandia.

Secondo il responsabile per la moneta unica Valdis Dombrovskis l’arrivo della Lituania segna il completamento del processo di ritorno dei Paesi baltici nel sistema economico e politico del continente. Dombrovskis si dice certo del fatto che la Lettonia rafforzi “l’economia della regione rendendola ancora più attraente per le imprese, il commercio e le imprese”.

Il Pil della Lituania è in crescita da quattro anni e dopo il +2,7% del 2014 è previsto un +3,1% per l’anno appena iniziato. Una politica di bilancio sana e riforme strutturali condotte con successo hanno generato uno dei tassi di crescita più alti d’Europa che si rispecchia nel calo costante della disoccupazione.

Con un pratica già consolidata e perfezionata negli ultimi due anni dai “vicini” di Lettonia ed Estonia, la Lituania effettuerà il progressivo abbandono della lita.

Dopo la mezzanotte, mentre i fuochi d’artificio del nuovo anno continuavano a illuminare la notte di Vilnius, il ministro delle Finanze Rimantas Sadzius ha prelevato i suoi primi euro dallo sportello di un bancomat, descrivendo “storico” questo momento.

lituania euro eurozona

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO