Francia, Hollande: "Crescita 2015 sopra 1 per cento"

Il presidente francese Francois Hollande: "Farò il possibile perché la crescita economica del 2015 sia oltre l'1%".

La Francia scende in campo per uscire dalla crisi economica. E lo fa con i suoi pezzi grossi. Come il presidente Francois Hollande che oggi ha certificato l'impegno del governo per ottenere una crescita economica superiore all'1 per cento nel 2015. Un tentativo ambizioso per cercare di ridurre il tasso di disoccupazione.

Hollande è stato intervistato dall'emittente radiofonica France Inter. E ha sottolineato che farà di tutto perché si raggiunga questo obiettivo. Con un numero maggiore di persone che entra a far parte del mondo del lavoro, rispetto a quelle che si ritirano, la Francia ha bisogno di una crescita più forte, per ridurre la disoccupazione.

"Il Paese non può continuare a vedere una crescita debole. Se lasciamo che continui il trend, esso ci porterà alla stagnazione". La ricetta? Riduzione della tasse per le imprese e snellimento della burocrazia - gli interventi già in agenda per il 2015 - dovrebbero essere sufficienti a riportare la Francia in una fase di crescita. E ancora: Hollande ha precisato che se l'espansione economica sarà maggiore delle attese, il Governo utilizzerà i ricavi in eccesso per ridurre il deficit di bilancio. Il che porterà a tagliare ulteriormente le tasse.

Hollande ha poi parlato anche di politica estera nell'intervista all'emittente radio. "Le sanzioni contro la Russia dovranno essere tolte se ci saranno progressi nella crisi ucraina". Alla vigilia del summit del 15 gennaio, il numero uno dell'Eliseo ha sfoggiato ottimismo e ha fatto sapere che incontrerà la cancelliera tedesca Angela Merkel "per parlare del futuro dell'Europa. Con lei c'è un rapporto di franchezza. Noi ci aspettiamo che la Germania faccia di più per la crescita".

Francois Hollande

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO