Ore 12 - Silvio Berlusconi cade ... in piedi

altroCuriosa, chiamiamola così, questa storia dei sondaggi.

Ognuno legge i numeri a seconda delle convenienze. Gli ultimi sondaggi di Ipr Marketing dicono che la fiducia di Berlusconi cala di 4 punti e che alcuni ministri come Tremonti, Brunetta, la Gelmini stanno ancor peggio.

L’opposizione è convinta che la “luna di miele” del governo sia già finita. Ma è così?

Leggiamo meglio i dati: Berlusconi è sceso dal 62 al 58% come gradimento, un trend negativo, ma un dato che resta comunque altissimo e superiore al dato di insediamento. Il governo resta attestato sul 50% e i suoi principali ministri toccano quota 60%, quindi consensi tutt’ora molto forti.

Una comparazione? Il governo Prodi, dopo un semestre, godeva di un consenso del 42% e l'esecutivo nel suo complesso, del 38%. Differenze abissali! A favore di Berlusconi.

E’ evidente che di fronte a una durissima crisi economica internazionale e agli inevitabili contraccolpi interni, Berlusconi e il governo si trovano adesso in un bivio: o accentuare la fase riformista (a suon di decreti e pugno duro in Parlamento e nel paese), o prendere fiato, cambiare passo, e tentare di riaprire un dialogo politico e sociale bruscamente interrotto.

Qualunque strada scelga, Berlusconi e il governo qualche penna la perderanno. Da qui a dire che si apriranno presto nuovi scenari politici, ce ne corre.

La luna di miele di Berlusconi sarà anche finita, ma dov’è l’alternativa credibile? All’orizzonta non spunta né un uomo nuovo, né una nuova idea.

Non basta godere, come fa Veltroni, dei guai e dei successi altrui.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO