Sanità, la proposta delle Regioni: via l’esenzione del ticket per gli over 65

L’esenzione resterebbe per chi dispone di pensione sociale, per chi ha patologie gravi, per chi è disoccupato e per le famiglie numerose

Arriva dalle Regioni la proposta di togliere l’esenzione dei ticket sanitari per gli over 65 o, meglio, di non vincolarla all’età anagrafica, ma prevederla solamente in casi specifici: per chi dispone di pensione sociale, per chi ha patologie gravi, per chi è disoccupato e per le famiglie numerose.

Le Regioni deliberano sulla Sanità e le Regioni hanno la necessità di risparmiare in un settore che è stato oggetto di sprechi assurdi e inconcepibili anche in tempi di crisi e spending review. La possibile cancellazione dell’esenzione automatica del ticket per chi ha compiuto 65 anni potrebbe essere una delle misure per il contenimento della spesa sanitaria, com’è stato riferito dal coordinatore degli assessori alla Sanità, nonché componente della giunta regionale veneta, Luca Coletto all’agenzia di stampa Ansa.

Le aspettative di vita sono aumentate e si va in pensione più tardi; dunque non ha senso dare esenzioni a persone non afflitte da gravi patologie. Al tempo stesso ha più senso prevedere esenzioni per chi è disoccupato o a chi vive con una pensione sociale, o a chi mantiene una famiglia numerosa oppure mantiene la famiglia ed ha uno stipendio basso. Non si toglie nulla a nessuno ma si sposta l’attenzione verso chi ne ha più bisogno,

ha detto al Corriere della Sera Luca Coletto. Se ne discuterà venerdì 16 gennaio nell’incontro previsto al ministero. A oggi per essere esenti dal ticket bisogna avere compiuto 65 anni e avere un reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro annui.

Parlamento-586x390

Via | Corriere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO