Le primarie dei Giovani Democratici: Salvatore Bruno


Le primarie per la scelta del leader degli Young Democrats (i giovani del Pd) si svolgeranno il prossimo 21 novembre. I 4 candidati che si affronteranno per guadagnare consensi e conquistare l’ambito titolo di Segretario nazionale dei Giovani Democratici sono Giulia Innocenzi, Fausto Raciti, Dario Marini e Salvatore Bruno.

Salvatore Bruno ha 26 anni e vive a Carmignano, in provincia di Prato. È consigliere comunale dal 2006, fa parte della direzione provinciale del Pd e del direttivo regionale toscano dell’Associazione nazionale Partigiani italiani.

Per quanto riguarda le priorità dei Giovani Democratici, Bruno propone di rimettere al centro la passione del fare politica: La politica non è sporca. Sono alcuni uomini che pretendono di farla, che l’hanno resa il demonio da cui scappare via. E se molti ragazzi se ne allontanano, è perché il torbido è sempre visibile rispetto a tante persone che in modo disinteressato ed appassionato si danno da fare affinché si possa vivere bene in Italia.

La nostra giovanile (così Bruno chiama i Gd, che dovranno avere una struttura nazionale snella e non un carrozzone di burocrati) non dovrà essere il “pollaio” in cui piccoli burocrati in giacca e cravatta fanno il verso al partito dei grandi. I giovani democratici, secondo il candidato segretario Salvatore Bruno, dovrebbero essere autonomi dal partito grazie alla forza delle loro idee. Addirittura dovrebbero essere i Gd a dettare l'agenda politica al Partito Democratico.

Così finalmente ne avrà una...

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO