Lo Stato Islamico lancia il suo canale tv

Un nuovo passo avanti nella campagna di comunicazione dell'Isis potrebbe a breve essere intrapreso.

Si è parlato molto della comunicazione dello Stato Islamico, di come si sia fatto un salto in avanti di anni luce rispetto alle video-invettive di Bin Laden nascosto in una grotta con le sue armi affianco. Oggi l'Isis comunica attraverso YouTube, crea video di propaganda estremamente sofisticati, pubblica regolarmente un magazine patinato (quello sulla cui copertina è anche comparsa la bandiera dell'Isis in Vaticano), addirittura utilizza un reporter inglese, John Cantlie, per raccontare le sue verità.

Una comunicazione che ha lo scopo in parte di terrorizzare noi e in parte di galvanizzare potenziali jihadisti in giro per il mondo. E proprio in questo senso non si possono che considerare "comunicazione" (per quanto l'accostamento possa far rabbrividire) anche le decapitazioni ai danni di giornalisti e cooperanti. L'aspetto comunicativo, insomma, è di fondamentale importanza per lo Stato Islamico, che vuole gestire tutte le informazioni che circolano su di esso e controllare il messaggio. In questo senso, il passo successivo all'utilizzo massiccio di internet non poteva che essere il lancio di un proprio canale televisivo.

Stando a quanto riporta il quotidiano israeliano Haaretz è questione di giorni, questa settimana è infatti comparso un teaser che promuoveva la "tv dell'Isis" su un popolare forum frequentato da islamisti, in cui era anche contenuto un link alla pagina che ospiterà il canale informativo che dovrebbe andare in onda 24 ore al giorno. Si parla di una nuova serie di video di John Cantlie e una sorta di telegiornale quotidiano, che narrerà, prevedibilmente, i successi dell'Isis e la sua avanzata, come già avviene in una sezione dedicata del magazine Dabiq).

È prevista poi un programma settimanale dedicato al reclutamento di potenziali jihadisti, di cui è stato reso noto anche il giorno e l'ora della messa in scena. Insomma, tanti dettagli che fanno pensare che l'operazione sia già parecchio avanti. Il sito su cui il canale dovrebbe andare in streaming è KhilafaLive.info, non raggiungibile dall'Italia.

ISISCANTLIE

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO