Papa Francesco a Napoli: conclusa la visita. Cronaca e video della giornata

Il racconto della visita del Pontefice nel capoluogo campano

19.00 - Papa Francesco è decollato in elicottero in direzione Roma. Si conclude così la visita napoletana del pontefice che nel pomeriggio ha avuto altre tre tappe, quella nel Duomo di Napoli, con lo scioglimento del sangue di San Gennaro ("San Gennaro vuole bene al Papa, il sangue si è già sciolto a metà", ha annunciato il cardinale Sepe, mentre Bergoglio ha scherzato: "Si vede che il santo ci vuole a metà, dobbiamo convertirci tutti perchè ci voglia più bene"), quella alla Basilica del Gesù Nuovo dove ha incontrato ammalati e disabili e quella sul Lungomare Caracciolo, con la presenza di 100mila persone.

Nel video qui sotto un altro curioso momento della giornata: il festoso "assalto" di alcune monache di clausura a Papa Francesco, con il cardinale Crescenzio Sepe impegnato a contenerle.

14.49 - La visita campana del Santo Padre è proseguita come da programma con l’incontro con i detenuti della Casa Circondariale di Poggioreale. Anche in questo caso l’arrivo di Papa Francesco a bordo della Papabile è stato accolto da migliaia di fedeli radunatisi all’ingresso della struttura detentiva. Bergoglio è entrato e ad ha incontrato circa 300 detenuti, guidato dal direttore del carcere, Antonio Fullone, in presenza del comandante delle guardie penitenziarie, Gaetano Diglio, e del cappellano don Franco Esposito.

Subito dopo è stata la volta del pranzo al quale hanno preso parte 100 detenuti sorteggiati tra le 1900 persone in carcere tra Poggioreale, Sconsigliano e il carcere minorile di Nitida.

A brevissimo il Santo Padre farà tappa al duomo di Napoli per venerale le celebri reliquie di San Gennaro.

ITALY-VATICAN-POPE-VISIT

11.45 - Il Papa conclude la sua omelia in napoletano, con le stesse parole usate poco fa a Scampia: "A Maronn' v'accumpagn'".

11.35 - E' iniziata la Messa di Papa Francesco in Piazza Plebiscito: "Cari napoletani, largo alla speranza: non lasciatevi rubare la speranza, non cedete alle lusinghe di facili guadagni o di redditi disonesti". "Ai criminali dico convertitevi all'amore e alla giustizia".

10.35 - Lungo spostamento in papamobile per Bergoglio che è stato accolto dal calore della tantissima gente sulle strade di Napoli. Papa Francesco è appena arrivato a Piazza Plesbiscito, anche questa gremita di persone.

10.00 - Arrivato a Scampia alle 9.16 Papa Francesco è stato accolto dal calore incredibile di una folla di 5.000 persone accorsa da tutta la Campania per incontrarlo: migranti, giovani, bambini, famiglie, ex detenuti, una folla eterogenea ha dato il benvenuto al Santo Padre a Scampia, uno dei quartieri simbolo delle difficoltà di Napoli e del sud Italia.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+"://platform.twitter.com/widgets.js";fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,"script","twitter-wjs");

"Ho voluto cominciare da qui, da questa periferia, la mia visita a Napoli: voi appartenete a un popolo con una lunga storia attraversato da vicende drammatiche. La vita a Napoli non è mai stata facile, ma non è mai stata triste [..] Chi prende la via del male ruba la speranza a tutti. [...] I migranti non sono umani di seconda classe: dobbiamo far sentire ai nostri fratelli e sorelle migranti che sono come noi, figli di Dio, che sono migranti come noi, perché tutti noi siamo migranti".

Papa Francesco a Napoli: il Santo Padre a Scampia

Papa Francesco a Napoli: il Santo Padre a Scampia

Sabato 21 marzo, ore 08.56 - E' iniziata alle 8 la visita di Papa Francesco in Campania, nella provincia di Napoli: un'ora fa l'elicottero del Santo Padre è atterrato nei pressi della città di Pompei per la prima tappa del viaggio di Francesco nel Napoletano, il Santuario della Madonna.

Qui Francesco, secondo quanto riporta la cronaca dell'Ansa, ha sostato in silenziosa preghiera dinanzi all'immagine della Beata Vergine Maria del Santo Rosario, portata a Pompei da Bartolo Longo nel 1875. Dopo la preghiera silenziosa, la recita della "Piccola Supplica", tratta dalla storica preghiera composta dal Beato Bartolo Longo nel 1883.

Alle 9.30, ritardi permettendo, il Santo Padre è atteso a Scampia, in piazza Giovanni Paolo I, dove migliaia di fedeli si stanno riversando in questi ultimi minuti di attesa del suo arrivo: sono attesi infatti più di 7000 fedeli nell'area transennata, complessivamente sono 1600 i bus impegnati per il trasferimento dei pellegrini: i primi ad arrivare erano ai cancelli addirittura prima delle sei di questa mattina.

Così in un tweet il governatore campano Stefano Caldoro.

Papa Francesco a Napoli il 21 marzo

Giovedì 19 marzo 2015 - Il tempo stringe e l'euforia cresce a Napoli per l'arrivo di Papa Francesco tra due giorni, sabato 21 marzo. Oggi il sindaco Luigi de Magistris è stato alla cerimonia di commemorazione di Pino Daniele al Maschio Angioino e a margine ha parlato con i giornalisti di come la città sta aspettando l'importante ospite di sabato:

"Papa Francesco attraverserà tutta la città, andrà in molti posti. Per questa visita c'è grandissima partecipazione, stiamo dimostrando capacità organizzativa straordinaria, c'è collaborazione tra istituzioni. Credo che andrà tutto bene perché c'è una gran voglia di abbracciare il Papa; sento una attesa molto forte"

Sulla possibilità che ci siano manifestazioni per il lavoro il primo cittadino ha detto:

"Napoli senza proteste non l'ho mai vista. Questa è Napoli. Non faremo vedere al Papa una Napoli diversa, è una Napoli con le proteste e le sofferenze, con la ferita dei senza lavoro e dei disoccupati. Poi c'è chi ne approfitta per un po' di visibilità. Importante che ognuno sappia quanto sia importante questa visita, ognuno deve collaborare alla riuscita della giornata. Stiamo aprendo Napoli al Papa"

Per la visita di Papa Francesco saranno impiegati 1500 volontari, verranno distribuiti 10mila cappelli, altrettanti foulard e 100mila bandierine, all'incontro con il Papa sono attesi tre milioni di persone. Ci saranno anche 68 suore di clausura che otterranno un permesso speciale proprio per vere il Papa.

Sabato mattina in piazza a Scampia il sindaco de Magistris consegnerà al Papa le chiavi della città e una pergamena commemorativa.
I napoletani sono anche curiosi di vedere se Papa Francesco riuscirà nell'impresa in cui Wojtyla e Ratzinger hanno fallito: far sciogliere il sangue di San Gennaro.

Papa Francesco a Napoli: i trasporti pubblici


18 marzo 2015

- Manca ancora qualche giorno all’arrivo di Papa Francesco a Napoli, ma la città non vuole affatto farsi trovare impreparata per questo grande evento. La mobilità subirà notevoli disagi il comune di Napoli gioca d’anticipo, illustrando ai cittadini in quali aree sarà vietata o limitata la circolazione, dove non si potrà parcheggiare e quali modifiche subirà il servizio di trasporto pubblico:

In occasione della visita pastorale di Papa Francesco, in programma sabato 21 marzo, il trasporto su gomma (autobus, tram e filobus) è gratuito. Chi utilizza metrò e funicolari dovrà invece acquistare e validare regolarmente il titolo di viaggio che si consiglia di procurarsi in anticipo per evitare file presso i rivenditori abituali. Il servizio su gomma ANM: modalità e variazione percorsi Il trasporto su bus, tram e filobus è gratuito fino alle ore 24:00. Prevista la variazione del percorso ordinario delle linee che non potranno attraversare il centro città, provenienti dalle direttrici est e ovest con una frequenza media delle corse compresa tra 6 / 10 minuti.

A questo indirizzo trovate tutte le informazioni in tempo reale, area per area, compresi i punti vendita dei titoli di viaggio celebrativi stampati per l’occasione, ovviamente a tiratura limitata.

visita papa francesco a napoli 21 marzo 2015

Tutto è pronto anche per le strade della città che, secondo le ultime stime, si preparano ad accogliere più di 3 milioni di fedeli. Oltre 1500 volontari sono già stati reclutati attraverso i social network, così come i gadget realizzati per l’occasione sono già stati impacchettati, pronti per essere distribuiti: 100 mila bandierina, 10 mila cappellini, 10 mila foulard, ma anche 10 mila mantelline contro la pioggia, senza contare le migliaia di libretti per la messa e oltre 50 mila bottiglie di acqua che saranno distribuite tra i fedeli.

Il programma completo della visita del 21 marzo 2015


  • 7.00 - Partenza in elicottero dall’eliporto del Vaticano.

  • 8.00 - Atterraggio nell’ "Area Meeting" del Santuario di Pompei.

  • 8.15 - Preghiera del Santo Padre all’interno del Santuario.

  • Trasferimento in elicottero a Napoli.

  • 9.00 - Atterraggio nel campo sportivo comunale di Scampia.

  • 9.30 - Incontro con la popolazione del rione e con diverse categorie sociali in Piazza Giovanni Paolo II.

  • 11.00 - Concelebrazione Eucaristica in Piazza Plebiscito.

  • 13.00 - Visita alla Casa Circondariale "Giuseppe Salvia" a Poggioreale e Pranzo con una Rappresentanza dei Detenuti.

  • 15.00 - Venerazione delle Reliquie di San Gennaro e Incontro con il Clero, i Religiosi e i Diaconi Permanenti nel Duomo.

  • 16.15 - Incontro con gli ammalati nella Basilica del Gesù Nuovo.

  • 17.00 - Incontro con i giovani sul Lungomare Caracciolo.

  • 18.15 - Partenza in elicottero dalla Stazione Marittima di Napoli.

  • 19.00 - Arrivo all’eliporto del Vaticano.



La visita del papa a Napoli del 21 marzo 2015

Papa Francesco sarà a Napoli il prossimo 21 marzo, lo aveva annunciato il cardinale Sepe lo scorso settembre in occasione della cerimonia per la liquefazione del sangue di San Gennaro. Già in quell'occasione e nei mesi successivi erano state annunciate quelle che sarebbero state le sue tappe nel capoluogo campano. Il Pontefice arriverà in elicottero a Scampia, in Piazza Giovanni Paolo II, qui incontrerà alcuni rappresentanti istituzionali e del mondo del lavoro. La sua giornata proseguirà poi con la messa in PIazza Plebiscito.

Successivamente si recherà nel carcere di Poggioreale, incontrerà i detenuti e pranzerà con loro. Poi è previsto l'appuntamento con i sacerdoti della diocesi che si terrà nel Duomo di Napoli, prima di un incontro con gli ammalati presso la Basilica del Gesu Nuovo. L'ultima tappa della giornata sarà l'incontro con i giovani alle 17, il luogo prescelto è il lungomare, più precisamente la rotonda Diaz come già aveva anticipato qualche mese fa il cardinale Sepe, vista la necessità di uno spazio molto ampio. Ripartirà alla volta di San Pietro alle 19.

Il programma è stato confermato dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris attraverso la sua pagina Facebook. Il primo cittadino ha spiegato che sono già iniziati i preparativi per organizzare al meglio l'evento. È stata istituita una task force speciale che dovrà occuparsi di coordinare tutti gli aspetti dei preparativi, dal traffico al potenziamento dei mezzi pubblici, passando per l'accoglienza di migliaia di fedeli che arriveranno in città. De Magistris ha parlato di questa giornata con toni enfatici definendola "un evento che rappresenterà un momento storico di riscatto per Napoli e per la sua centralità come capitale del Mediterraneo e città di pace e di accoglienza".

PHILIPPINES-RELIGION-VATICAN-POPE

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO