Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

Veltroni da Napolitano: “Il governo e la maggioranza delegittimano il Pd”. Il segretario del Pd contro Berlusconi accusato di non volere il dialogo in una fase di pesante crisi del Paese. Bonaiuti: “Veltroni prende lucciole per lanterne”. Capezzone: “ E’ la sua debolezza politica a renderlo fragile”.

Il nostro commento

Che l’Italia sia in crisi è sotto gli occhi di tutti. Come è evidente il perdurare di un durissimo scontro fra la maggioranza e l’opposizione, in particolare fra premier e governo contro Veltroni e il suo partito. Le tensioni e le lacerazioni si riflettono nel paese, dalla scuola al mondo del lavoro. Ma in politica la legittimazione non la si riceve per “grazia ricevuta” o per la benevolenza degli avversari. La si conquista nei fatti, nel rapporto con il Paese e con la capacità di far avanzare proposte e soluzioni rispetto ai problemi reali. Veltroni e il Pd sono deboli perché è debole la leadership, debole la proposta politica, debole il partito. Berlusconi può essere incolpato di molte cose, ma non dello status traballante di Veltroni e del Pd. La radice dello scontro politico sta nel bislacco bipolarismo Made in Italy.

Walter Veltroni: “Gli attacchi senza precedenti, insultanti ed offensivi del governo e della maggioranza contro il Partito democratico sono tesi a delegittimare il ruolo che in un sistema democratico spetta all’opposizione”.

Daniele Capezzone: “Veltroni cerca pateticamente scuse e parla di una fantomatica delegittimazione. Ma non è il destino cinico e baro, o chissà quale complotto della maggioranza, ma la tragica debolezza politica di Veltroni, la sua linea suicida, a renderlo fragile”

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO