USA 2016: Joe Biden si prepara a sfidare Hillary Clinton?

Il vicepresidente potrebbe correre per USA 2016, ma per la conferma finale c'è ancora da aspettare.

La corsa per USA 2016 inizia a entrare nel vivo. Tra i repubblicani sono già parecchi i nomi scesi in campo in maniera ufficiosa o ufficiale (tra cui desta sorpresa quello di Mitt Romney), ma ormai anche tra i democratici - in cui ben poco si muove in attesa che Hillary Clinton ufficializzi la sua candidatura - si iniziano a vedere le prime manovre. Ecco che allora tra i tanti candidati per USA 2016 spunta anche il nome di Joe Biden, attualmente vice di Barack Obama.

È stato lo stesso Biden a confermare di "stare pensando" a una sua candidatura: "Sì, c'è una possibilità che io sfidi Hillary Clinton, ma non ho ancora deciso e ho ancora molto lavoro da fare. Non c'è nessuna fretta. La mia decisione non arriverà prima dell'estate e al momento sono completamente concentrato sul mio lavoro come vice-presidente". In effetti, per Biden, il lavoro da fare è ancora lungo, visto che rimarrà in carica per altri due anni. Nonostante la candidatura del vice sia un classico della politica statunitense, sul nome di Joe Biden aleggiano parecchie perplessita (sorvolando sulla fama di gaffeur che si porta dietro).

Prima di tutto, l'età. Joe Biden al momento ha 72 anni. Saranno quindi 74 nel momento in cui potrebbe diventare presidente degli Stati Uniti d'America, un ruolo che tutti ricoprono con l'obiettivo di portare a termine due mandati. Il che significa che l'attuale vice concluderebbe il suo lavoro alla veneranda età di 82 anni. Un'età forse troppo avanzata per un compito così impegnativo e che potrebbe destare dubbi anche nell'elettorato. Sotto altri aspetti, però, ci sono non poche ragioni per pensare che quella di Biden potrebbe essere una candidatura indovinata.

Innanzitutto per la sua nota esperienza nel campo della politica estera: in un momento in cui il quadro geopolitico si complica per l'ennesima volta e in cui le crisi si moltiplicano ogni giorno che passa (Russia, Ucraina, Siria, Iraq, Yemen, Afghanistan, Siria, Libia, Stato Islamico) avere un presidente esperto della materia potrebbe essere un fattore di sicurezza per gli elettori. Inoltre Biden potrebbe anche beneficiare della ritrovata popolarità di Barack Obama, che, finalmente e dopo la disfatta alle elezioni di mid-term, trae giovamento dalla disoccupazione ai minimi e dal pil in netta crescita. Resta da capire se i democratici, dopo Obama, possono permettersi di ritornare alla più classica delle candidature: bianco e anziano (e però cattolico).

Joe Biden

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO