Maria Carmela Lanzetta si dimette da ministro, ma non va nella giunta Oliverio

Lanzetta ha rifiutato l'incarico di assessore regionale in Calabria nella giunta di Mario Oliverio.

Sabato 31 gennaio 2015 - Il ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta ha formalizzato le dimissioni che aveva preannunciato nei giorni scorsi. Lo ha riferito la stessa Lanzetta, contattata telefonicamente dall'agenzia stampa Ansa.

Sempre all'Ansa Maria Carmela Lanzetta avrebbe confermato di non entrare a fare parte della Giunta regionale della Calabria presieduta dal democratico Mario Oliverio.

Giovedì 29 gennaio 2015 - A due giorni dall'annuncio delle dimissioni dal governo Renzi, per il quale ricopre l'incarico di ministro degli Affari Regionali, per entrare nella giunta della Regione Calabria, Maria Carmela Lanzetta fa dietrofront e pur confermando che non farà più parte dell'esecutivo Renzi, precisa che non entrerà nemmeno in quello di Mario Oliverio, il Presidente calabrese.

Il motivo sarebbe da rintracciare nel fatto che uno degli altri tre assessori indicati da Oliverio come membri della sua giunta, Nino De Gaetano, è stato sfiorato da un'inchiesta sul voto di scambio politico-mafioso e Lanzetta, noto sindaco anti-'ndrangheta, non vuole far parte di una squadra che inclusa un assessore dalla posizione poco chiara nei rapporti con la mafia.

Lanzetta ha spiegato:

"Io presenterò formalmente le dimissioni da ministro venerdì mattina dopo aver presieduto l'osservatorio sulle Regioni e la conferenza Stato-Regioni. Dopo avere parlato con Matteo Renzi e dopo aver approfondito la questione con Graziano Delrio riguardo all'accettazione della mia presenza nella Giunta regionale della Calabria. Ringraziando fortemente Mario Oliverio, ho deciso di non fare parte dell'Esecutivo. Non c'è chiarezza sulla posizione di Nino De Gaetano, pur avendolo conosciuto come assessore regionale impegnato nella difesa dei lavoratori precari"

Mario Oliverio in questi giorni è a Roma perché è uno dei grandi elettori del Presidente della Repubblica (in qualità di delegato della Regione Calabria) e avrà modo, eventualmente, di incontrare sia Lanzetta sia Renzi.

Per quanto riguarda il rapporto di Renzi con Lanzetta, le malelingue dicono che ci sia proprio lui dietro la proposta di Oliveiro, perché voleva liberarsi di un membro del suo governo che non gli va a genio, dirottandola verso una poltrona regionale.

Maria Carmela Lanzetta si dimette da ministro degli Affari Regionali


Lunedì 26 gennaio 2015

Maria Carmela Lanzetta ha annunciato le dimissioni dall'incarico di ministro degli Affari Regionali del governo Renzi perché ha deciso di accettare la proposta di Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria, di entrare a far parte della sua giunta.

Lanzetta ha spiegato che la scelta di tornare in Calabria è dovuta alla volontà di dare un contributo alla sua Regione in "un momento di rilancio politico, civile e istituzionale". Ha ringraziato sia il Premier Renzi per la fiducia che ha riposto il lei affidandole un così importante incarico, sia il sottosegretario Graziano Delrio per aver sostenuto il suo lavoro, ma ringrazia anche il Presidente Oliverio per l'opportunità che le sta dando consentendole di impegnarsi ancora nella sua Calabria.

Maria Carmela Lanzetta appartiene all'area "civatiana" del Pd, vicina cioè a Pippo Civati. Dal 2006 al 2013 è stata sindaco di Monasterace, un piccolo paese della Locride, di 3.550 abitanti, considerato un avamposto della lotta alla 'ndrangheta, tanto che è stata in prima persona un bersaglio delle cosche che le bruciarono anche la farmacia. Provò a mollare il suo incarico di sindaco, ma Pierluigi Bersani la convinse a restare, poi però nel luglio 2013 ha definitivamente abbandonato quel ruolo per protesta contro la decisione di alcuni membri della sua giunta di non costituirsi parte civile nel processo contro un funzionario infedele. In quell'occasione scrisse anche una lettera alla Presidente della Camera Laura Boldrini.

Lanzetta fa parte della direzione nazionale del Pd. Renzi l'ha ringraziata per "il lavoro svolto come ministro e la derisione del suo impegno a fianco delle regioni".

Oltre a Maria Carmela Lanzetta, che sarà l'assessore alle Riforme Istituzionali, la Pubblica Istruzione, la Cultura e le Pari Opportunità, fanno parte della giunta di Mario Oliverio anche il vice presidente Vincenzo Ciconte, che ricopre anche l'incarico di assessore al Bilancio, Antonino de Gaetano, assessore ai Lavori pubblici, alle infrastrutture e ai trasporti e Carlo Guccione in qualità di assessore al Lavoro.

Maria Carmela Lanzetta si dimette da ministro degli Affari Regionali

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO