Tsipras, le prime proposte del calendario di governo

Il ministro dell'Energia ha annunciato il congelamento dei piani che prevedono la privatizzazione della utility numero uno del paese, PPC

Si lavora a tempi record in Grecia per risanare il Paese. Lunedì il giuramento di Alexis Tsipras che lo conferma nuovo premier della Grecia, martedì la formazione della squadra di governo e oggi il primo consiglio dei ministri.

Nell'agenda politica di Tsipras ritorna la proposta di negoziare una riduzione del debito del paese - nonostante il niet della Germania e della Merkel in persona - alla ricerca di una soluzione "praticabile, giusta e utile a tutte le parti coinvolte” e la lotta alla disoccupazione, ormai a quota 25%.  Il leader di Syriza ha intenzione di rivalutare il piano di salvataggio da 240 miliardi di euro imposto dalla troika, attraverso “proposte realistiche” che permettano anche la ripresa economica.

Quello di Tsipras vuole essere a tutti i costi un governo di rottura con il passato. E i tentativi per dimostrarlo arrivano a nemmeno due giorni dall'insediamento. La prova concreta riguarda le privatizzazioni, che sono state congelate, come previsto dal programma elettorale. A dichiarare il blocco - che è uno dei pilastri concordati con il precedente governo con la Troika - è stato  il ministro dell’Energia Panagiotis Lafazanis: il blocco riguarderà il piano di privatizzazione della compagnia elettrica Ppc di cui lo Stato ellenico controlla una quota di maggioranza.

Non solo: congelata anche la vendita del 67% del Porto di Pireo, un’operazione già avviata con la Cina, nello specifico con la compagnia Cosco. "L'accordo preso con Cosco verrà rivisto nell'interesse della gente greca", ha annunciato Thodoris Dritsas, il vice ministro in carica del portafoglio degli Affari Commerciali e Marittimi.
Nel calendario di governo rientrano altri interessanti step: si parla dell'innalzamento del salario minimo da 586 euro a 751 euro netti e la tredicesima per le pensioni più basse, oltre a riallacciare "le relazioni tra sindacati e imprenditori", come ha dichiarato il nuovo ministro del Lavoro greco, Panos Skurletis.

Giuramente Alexis Tsipras

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO