Obama: "Dobbiamo sistemare il bilancio federale"

Avvicinandosi la fatidica data in cui diventerà "the next President of the USA", Barack Obama inizia a delineare le linee politiche che seguirà durante la sua presidenza. Nel corso di una conferenza stampa, come si vede dal video CNN qui sopra, l'ex senatore dell'Illinois ha detto che gli investimenti pubblici si dovranno concentrare sullo sviluppo di nuove tecnologie, sulla riforma del sistema sanitario, sulla ricerca dell'indipendenza energetica. A proposito della sanità, ha anche detto che:

"“Vogliamo investire nella modernizzazione del sistema sanitario, questo ci consentirà di risparmiare denaro nel lungo periodo"

Insomma, molto intelligentemente, Obama presenta la riforma del sistema sanitario americano non sotto il profilo etico ("è indecente che decine di milioni di americani non abbiano copertura assicurativa"), ma sotto quello economico. Insomma, riformare la sanità americana, dice implicitamente Obama, conviene, fa risparmiare denaro. Quindi perchè non farla? Questo concetto si collega ad un'altra promessa dell'ex senatore: sistemeremo il bilancio federale, elimineremo le voci superflue, perchè

"La riforma del bilancio è una necessità"

Qui sotto, John Harwood, del NY Times, analizza la conferenza stampa di Barack.

Il giornalista sottolinea come la conferenza stampa abbia dimostrato che Obama vuole assumere, senza strappi istituzionali, un maggior ruolo nel governo della crisi economica. Briefing giornalieri, maggiori informazioni, ecc. Vuole saperne di più, per poter agire, da Gennaio 2009, con maggiore cognizione di causa.

Infine, segnaliamo una interessante frase pronunciata da Obama:

"This is not about big government or small government, it's about building a smarter government"

Cioè, Obama ha detto: ragazzi, non si tratta di essere liberisti o statalisti, bensì di rendere più efficiente il governo federale. Ha spostato, ancora una volta, il discorso dal piano ideologico (Johson e la "Big Society" contro Reagan e "lo Stato minimo") a quello concreto e apolitico della gestione efficiente della crisi economica. Dalla post-modernità alla post-ideologia.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO