Le pagelle del mercoledì

Sinistra italiana: conquistadores. Voto – 10. Scrive Fabrizio d’Esposito sul Riformista di oggi: “Dal pennone del Cremlino, la bandiera rossa venne ammainata meno di vent’anni fa. Da ieri sventola sulla palma più alta di Cayo Paloma, atollo honduregno. Ogni paese ha le rivoluzioni che si merita … In America un nero è stato eletto alla Casa Bianca. Da noi un trans ha vinto col televoto all’Isola dei famosi … “ . Trotsky docet: la rivoluzione si esporta. L’Italia ha la sinistra che si merita.

Pd: armistizio. Voto – 9. Ieri il “coordinamento” del Pd (di cui non fanno parte Massimo D’Alema e Francesco Rutelli) ha di fatto rinviato ogni decisione alla Direzione del 19 dicembre. Veltroni vuole aprire la fase del “Lingotto 2” chiedendo il massimo di unità. Altrimenti, questa è la “minaccia” del segretario, si andrà alla conta, addirittura prima delle elezioni europee. Come dire, tagliarsi i “cosiddetti” per far dispetto alla moglie. Ma il Congresso si farà in autunno. Dopo il ko elettorale.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO