Elezioni politiche 2015? Brunetta: "Al voto con il Consultellum"

L'ipotesi di un ritorno al voto per le elezioni politiche nel 2015 inizia a farsi strada. Ma quante chance ci sono?

Quante possibilità ci sono che si vada a elezioni politiche nel 2015? Al momento è molto difficile dirlo, soprattutto perché tutto dipende dalla capacità di Renzi di tenere uniti Pd e "nuovi responsabili" e anche perché è probabile che, se sarà, la crisi di governo sarà improvvisa e non una cosa tirata per le lunghe. Per il momento la garanzia del governo Renzi di tirare avanti stava nella pochissima voglia di andare al voto di quasi tutti i componenti del Parlamento (compresi gli esponenti del Pd, gran parte dei quali potrebbe non essere ricandidato), con le sole eccezioni di Lega Nord e Movimento 5 Stelle.

Adesso però lo scenario è cambiato, per via della rottura del patto del Nazareno e stando anche alle parole di Brunetta di oggi: "Renzi si tiene aperte tutte le strade, ma noi non abbiamo paura di nulla, tantomeno delle rodomontate di questo bullo di periferia. Per noi l'unica legge elettorale esistente è la legge che risulta dalla sentenza della Consulta, con il proporzionale puro. Noi pensiamo che questa sia la legge da applicare se si andasse a elezioni anticipate. Renzi non ha i numeri né alla Camera né al Senato per fare alcunché. Ha bisogno di Alfano per governare e dei transfughi, siamo alla disperazione democratica".

Forza Italia vuole andare al voto? È possibile che quello di Brunetta sia solo un bluff; non fosse altro che perché i sondaggi politici continuano a mostrare la crisi del partito di Silvio Berlusconi e la ormai conclamata subalternità alla Lega Nord. È anche vero che andare al voto con il Consultellum (ovvero la legge elettorale emendata dalla Corte Costituzionale dopo la bocciatura del Porcellum) potrebbe aprire scenari assolutamente imprevedibili, essendo un proporzionale puro in cui è quasi impossibile che uno dei tre poli riesca a ottenere la maggioranza assoluta. In questo senso, tornare al voto significa garantirsi le larghe intese e quindi il ritorno di Forza Italia al potere. Chissà se è questo lo scenario che Brunetta ha in mente.

Quel che è certo è che Renzi proverà in tutti i modi a evitare un ritorno alle urne prima del varo dell'Italicum (con o senza la clausola del 2016 e quella sulla validità per la sola Camera); per poter semmai andare al voto con una legge elettorale che gli consenta di poter assicurare agli elettori del Pd che un governo di larghe intese "non ci sarà mai più" e che gli permetta di avere una solida maggioranza che non gli causi problemi. Il traguardo non è poi così lontano, il varo definitivo delle due riforme chiave è atteso per la fine dell'anno. Ma i numeri traballano e c'è davvero il rischio di rompersi il collo.

elezioni politiche 2015 brunetta

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO