#NoAllaGuerra, sulla Libia Grillo si scaglia contro Renzi, Pinotti e Gentiloni

Il leader del MoVimento 5 Stelle spera che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella richiami Renzi.

Beppe Grillo oggi è intervenuto attraverso il suo blog sulle voci di una missione militare dell'Italia in Libia contro l'avanzata dello Stato Islamico. Sarebbero pronti infatti 5mila uomini, secondo quanto avrebbe detto a Il Messaggero il ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Grillo in tutta questa storia vede un tentativo da parte del Premier Matteo Renzi e del suo ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, di decidere tutto semplicemente in seno al Pd e di scavalcare per l'ennesima volta le Camere. Per questo il leader del MoVimento 5 Stelel ricorda che solo le Camere possono deliberare lo stato di guerra e conferiscono al Governo i poteri necessari, mentre è il Presidente della Repubblica a dichiarare lo stato di guerra deciso dalle Camere. Tutto questo, in effetti, è stabilito dalla Costituzione e secondo Grillo quello è uno dei motivi per cui Renzi vuole cambiarla.

Nel post di Grillo infatti leggiamo:

"Non è un caso la modifica avanzata dalla maggioranza di governo dell'art. 78 della Costituzione che, nel quadro della futura trasformazione del Senato in camera non elettiva, conferirà alla sola Camera dei deputati il potere di deliberare lo stato di guerra. Quindi al partito di maggioranza, quindi a Renzie, il novello Brancaleone della guerra agli infedeli. Branca, branca, branca, leòn, leòn, leòn.
Con l'abolizione del Senato dichiarare lo stato di guerra diventerà una prerogativa del governo. Non saranno più le due Camere a deliberare, ma la singola maggioranza parlamentare che conferirà la fiducia al presidente del Consiglio"

Grillo si schiera assolutamente contro la guerra in Libia e dice:

"Se Renzie vuole la guerra ci vada lui con Napolitano al seguito. Vedendoli, l'Isis si farà una gran risata e ci risparmierà"

poi nel finale del post fa una sorta di appello al nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e scrive.

"Aspettiamo un monito dal Presidente, anche piccolo piccolo, al bulletto di Rignano. No alla guerra"

Beppe Grillo contro Renzi, Pinotti e Gentiloni

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO