Sondaggi politici 2015: chi sono gli elettori della Lega Nord di Salvini?

Le differenze tra il voto alla Lega Nord al nord e nel resto d'Italia, il collocamento politico degli elettori e lo spazio potenziale. I sondaggi politici sezionano il partito di Salvini.

La Lega Nord è chiaramente il soggetto politico del momento: partito in grande crescita, il cui segretario è sempre in televisione e che si sta sempre più connotando come vera forza d'opposizione al governo. Certo, la costante estremizzazione del nuovo Carroccio di Salvini, ormai dichiaratamente un movimento di estrema destra, è allo stesso tempo la sua forza e la sua debolezza, dal momento che così facendo il Partito Democratico rimane sempre senza alternative come "partito di governo" e, anzi, si ritrova a poter giocare il ruolo di "baluardo della democrazia" in un momento in cui l'estrema destra torna, con Salvini, a giocare un ruolo da protagonista.

Ma chi sono gli elettori della Lega Nord? E come cambiano, ora che è stato superato il recinto padano, nelle varie zone d'Italia? Stando ai sondaggi Demos per Repubblica, la Lega Nord ha ormai raggiunto il 13% delle preferenze. Ma il voto non è omogeneo in tutta la penisola, anzi. La zona in cui è più forte rimane ancora il nord-est, da sempre roccaforte del leghismo, dove oggi raggiunge addirittura il 24%. Nel nord-ovest si rimane su livelli elevatissimi: il 20%. L'espansione al centro della Lega è ormai una realtà, ma con risultati differenti: se nelle zone rosse (Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria), il voto per Salvini non va oltre il 9%, è invece nel centrosud che arriva fino al 13,5%, in linea quindi con il dato nazionale. Nel sud e nelle isole, memori delle sparate contro i "terroni" dello stesso Salvini, invece, si ferma al 6,2%.

Interessante vedere anche l'autocollocazione politica dei suoi elettori. Fatto 100 il totale degli elettori degli Lega Nord, il 35% si dichiara di centrodestra, il 29% di destra, l'11,6% di centro. Ma soprattutto non passa in secondo piano come il 7,9% si dichiari di sinistra o centrosinistra, un dato quasi triplicato rispetto alle politiche del 2013. Il che significa che la forza attrattiva della Lega sta sempre più facendo presa anche su fasce di elettorato storicamente distanti dal Carroccio.

Interessante anche vedere l'"indice di lepenismo" (così chiamato da Demos) degli elettori italiani. Si tratta di un indice calcolato come percentuale di persone che dicono allo stesso tempo di avere "poca o nessuna fiducia nell'istituzione europea" e di ritenere gli immigrati un pericolo. Tra gli elettori della Lega, i "lepenisti" sono il 51%; in Forza Italia il 32%; nel Movimento 5 Stelle il 26% e nel Pd il 18%. Un dato importante, quest'ultimo, perché ci dà un'idea di quale sia lo spazio potenziale per la Lega Nord e la percentuale di elettorato che potrebbe sottrarre ad altri partiti.

sondaggi politici lega nord salvini

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO