Prescrizione lunga, accordo tra Pd e Ap per un tavolo tecnico

Il tavolo tecnico cercherà di raccordare il ddl sulla prescrizione con quello anticorruzione.

Giovedì 14 maggio 2015 - Il Pd e Area popolare hanno trovato l'accordo sulla prescrizione. Stamattina, presso il ministero della Giustizia, si è tenuto un vertice di maggioranza al quale hanno preso parte il guardasigilli Andrea Orlando, il viceministro Enrico Costa, il responsabile Giustizia del Pd David Ermini, il presidente dei senatori di Area popolare Renato Schifani e il capogruppo in commissione Senato Nico D'Aspola. L'intesa è sulla possibilità di avviare un tavolo tecnico per rivedere l'allungamento eccessivo dei termini di prescrizione per i reati contro la pubblica amministrazione che rischia di avere delle ripercussioni sulla ragionevole durata dei processi. Il tavolo tecnico dovrà raccordare il disegno di legge sulla prescrizione e quello anticorruzione.

Prescrizione lunga, via libera alla Camera


Mercoledì 25 marzo 2015

- La norma sulla prescrizione lunga passa alla Camera, per la maggioranza si prevedono però tempi lunghi, dal momento che non è stata trovata un'intesa con il Nuovo Centrodestra che minaccia di mettersi di traverso anche al Senato, dove i suoi numeri contano molto di più rispetto alla Camera.

Lunedì 16 marzo 2015 - La Presidente della Commissione Giustizia alla Camera Donatella Ferranti, intervenendo ai microfoni di SkyTg24, ha detto che il ddl prescrizione che è in discussione oggi alla Camera potrebbe essere votato già la prossima settimana in modo che in tempi brevi la riforma approdi in Senato.

Prescrizione lunga: cosa prevede e cosa cambia


La nuova norma che regola la prescrizione è uno dei punti cardine della riforma della Giustizia a cui il governo Renzi sta lavorando da tempo. Oggi è arrivato il via libera in commissione Giustizia della Camera, nonostante la spaccatura che si è registrata nella maggioranza: come prevedibile, il Nuovo Centrodestra ha votato contro, ma i numeri si sono trovati lo stesso grazie all'appoggio di Sel. L'approdo della nuova legge in aula è previsto per il 16 marzo, lunedì prossimo.

"Finalmente, dopo dieci anni, mandiamo in archivio la ex Cirielli, una legge perniciosa che dimezzando i tempi di prescrizione ha creato vere e proprie sacche di impunità", ha detto Donatella Ferranti del Partito Democratico, presidente della Commissione Giustizia. Di fatto, si allungano i termini per la prescrizione, in particolare per quanto riguarda i reati di corruzione. Ecco che cosa cambia con la nuova prescrizione.

Reati di corruzione - Nei casi in cui i reati siano di corruzione, la prescrizione aumenta della metà rispetto a quanto previsto oggi. Il che significa ci saranno ben 12 anni di tempo prima che intervenga l'estinzione del reato.

Stop alla prescrizione in caso di condanna - Due anni di sospensione alla prescrizione dopo una condanna in primo grado e un anno di stop dopo la condanna in appello. Questa sospensione, però, non vale nel caso in cui le sentenze siano di assoluzione.

Altri casi di sospensione - La prescrizione sarà sospesa anche in caso di rogatore dall'estero (per un tempo di sei mesi), per le istanze di ricusazione e per cosiddette "perizie complesse" (tre mesi).

Prescrizione per i reati contro i minori - In caso di reati gravi compiuti contro i minori (stalking, prostituzione, pornografia, violenza) la prescrizione partirà solo a partire dal quattordicesimo anno di età della vittima.

prescrizione lunga cosa cambia

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO