Virus - Il contagio delle idee | Puntata 26 marzo 2015

Virus | La puntata del 26 marzo 2015.

virus 26 3 15 6

23:57 Nicola Porro intervista Valentino Mercati: "Siamo il paese in cui siamo i più bravi e casinisti del mondo. Dobbiamo far prevalere il nostro genio in tutti i settori. I ragazzi devono avere una nozione di filosofia per fare gli imprenditori. La politica deve pensare ai nostri nipoti e non a noi. Non c'è una visione di lungotermine: è questo il problema. La marijuana non dà assuefazione come il tabacco. In natura, non esiste niente di tossico, esiste solo la dose tossica". La puntata di stasera termina qui.

23:34 inizia la lezione d'arte di Vittorio Sgarbi. Il critico d'arte si scaglia contro il trasloco della Pietà Rondanini di Michelangelo.

23:26 Gasparri: "Questa roba è una sorta di deviazione mentale che istiga ad una forma di aberrazione. Il rispetto per le donne è un conto, quest'aberrazione è un altro. E' un metodo che va fermato". Caruso: "E' una discussione un po' banale".

virus 26 3 15 5

23:18 va in onda un servizio dedicato alle opinioni della Chiesa sulla teoria del gender. Gomez: "Io sono per la libertà di religione e di culto senza dimenticare le radici cattolice. Alla base della cultura europea, c'è la libertà di dire ciò che si vuole". Gasparri: "Noi garantiamo agli altri la libertà di culto ma gli altri vogliono fare il califfato. Poi c'è uno stravolgimento antropologico che non va autorizzato e che crea confusione". Va in onda un servizio dedicato al gioco del rispetto in una scuola di Trieste.

23:12 Gasparri: "In questi ultimi mesi, si sta rischiando di mandare segnali di ulteriore indebolimento alla criminalità". Gomez: "Siamo alle grida manzoniane: si alzano le pene ma non le sconta nessuno". Va in onda un servizio dedicato alla parità di genere linguistica. Gasparri: "La Boldrini si deve occupare di cose più serie. La vergogna sono gli uteri in affitto per le coppie gay. Faccia qualcosa per queste donne". Gomez: "Ci sono pubblicità effettivamente volgari con corpi di donne". Serafini: "Se la modella e l'attrice in questione non si sente offesa, io non mi sento offesa. Serve comunque buonsenso. La donna bella, comunque, fa paura e non è giusto".

23:00 va in onda un servizio dedicato a bande criminali straniere a Treviso. In collegamento, c'è il gip di Terni Maurizio Santoloci: "Parlo di criminali giuridici perché oggi è una realtà oggettiva. Sul nostro territorio, c'è una miscela di criminalità che ha studiato il nostro sistema giuridico, individuando alcuni buchi neri nelle norme. Sfruttando ciò, sgusciano fuori dal sistema giudiziario e continuano a delinquere. Il primo buco nero, ad esempio, è il certificato penale fittiziamente immacolato. Un secondo buco nero importante è il concedo delle attenuanti generiche. Un terzo buco nero è la residenzialità facile".

virus 26 3 15 4

22:50 Gasparri: "Sono aumentati gli ingressi". Caruso: "Non è vero, si informi". Gasparri: "Incoraggiando questa politica, siete i colpevoli dei morti". Gomez: "Ha ragione Gasparri quando dice che gli sbarchi sono aumentati ma ha ragione Caruso quando dice che gli immigrati non restano in Italia per la crisi. Ci sono state 4 leggi diversi per l'immigrazione, tutte diverse: nessuna ha funzionato. In Italia, non ci sono i soldi per mettere gli immigrati sugli aerei e riportarli indietro".

22:47 va in onda un servizio dedicato agli immigrati a Padova. Caruso: "In Italia, non esistono canali di integrazione formali. Noi abbiamo questo approccio: integrazione non formale o criminale ma è una piccola parte che riguarda i milioni di immigrati che sono qui in Italia. Quando si parla di immigrazione, bisogna fare un quadro complessivo. Il saldo migratorio dice che sono sempre meno gli immigrati che arrivano e che sono sempre di più gli italiani che vanno via". Gasparri: "Contesto questi dati. C'è un dramma continuo e un'invasione continua. Ci sono tanti immigrati che delinquono. Bisogna ripristinare regole severe".

22:33 va in onda un servizio dedicato al caso del magistrato Antonio Lollo di Latina. Gomez: "C'è un problema in Italia riguardo i tribunali fallimentari. Non è la prima volta che un magistrato divide i soldi con il consulente. Nelle fallimentari, è noto che c'è la cosiddetta mano nera. Sulle aste, succedono cose strane. I magistrati, però, arrestano questo tipo di magistrati. E' la parte migliore dell'Italia". Gasparri: "Prendere il CSM come modello di efficienza è sbagliato".

virus 26 3 15 3

22:25 Porro afferma che Ignazio Marino ha risolto il problema dell'"invisibile" della settimana scorsa. Gomez: "Sono leggi demenziali come buona parte delle norme fiscali di questo paese". Gasparri: "La legge va cambiata. Me ne occuperò personalmente. La guardia di finanza non fa abbastanza contro il commercio abusivo degli extracomunitari". In collegamento, c'è Francesco Caruso: "L'evasione fiscale va perseguita attraverso azioni di contrasto ai grandi e non ai piccoli. In Italia, c'è la fuga dei capitali in Albania, Romania, Cina... Tronchetti Provera ha dovuto fare l'accordo con la Cina. Sono tutti liberissimi di scappare ma devono lasciare in Italia il maltolto". Serafini: "Massacrare il ricco e il lusso è sbagliato. Il ricco porta indotto. Il problema va risolto in maniera diversa. Dobbiamo cercare di tenre il ricco qui in Italia".

22:17 Gomez: "In Albania, c'è impresa veloce e meno burocrazia ma hai gli stipendi più bassi d'Europa. Non è un modello che va bene per l'Italia. In Albania, mancano anche i diritti per i lavoratori". In studio, c'è un imprenditore di nome Jacopo Camponi, l'"invisibile" di questa settimana: "Sono un titolare di un bar. Per la Pasqua, per attrarre clienti, ho organizzato una lotteria. Quattro finanzieri mi hanno fatto un verbale di circa 2mila euro. C'è una legge del '97 che vieta di fare le riffe nei bar. Io mettevo anche gli scontrini fiscali nei biglietti. Manca il buonsenso".

22:07 Gasparri: "Tronchetti Provera ha detto che la politica ha sbagliato ma anche l'imprenditoria ha fatto i propri errori. Tornando alla Cina, arrivano in Italia prodotti contraffatti e tossici. Bisogna stare attenti, anche alla disuguaglianza delle regole". Gomez: "Noi compriamo in Cina cose piccole, loro comprano in Italia cose grosse. I soldi qui non ci sono e chi ce li ha, li tiene nascosti. La Fiat fa molto bene negli Usa ma qui produce la 500". Va in onda un servizio dedicato all'imprenditoria in Albania.

virus 26 3 15 2

22:04 Tronchetti Provera: "Chi ha guidato la Pirelli ha avuto il massimo del 15% delle azioni. Io ho cercato sempre di proteggere l'azienda, garantendogli il futuro. Oggi sono più sereno con la Pirelli con un'azionista forte alle spalle. La radice italiana sarà mantenuta". Porro elenca alcune aziende italiane che sono diventate di proprietà delle multinazionali e alcune aziende straniere che hanno investito in Italia. Tutte queste aziende sono cresciute nella produzione e continuano a lavorare in Italia.

21:57 Tronchetti Provera: "Per uscire dall'empasse, dobbiamo cambiare l'approccio verso il mondo esterno. Quello che stiamo vivendo è il prodotto delle scelte politiche degli ultimi 20 anni. Le aziende italiane non sono state favorite nel loro sviluppo. L'Italia è meno competitiva per colpa di scelte sbagliate. L'accordo di base non cambierà. Il disegno dei cinesi non è quello che viene descritto. L'impegno di ChemChina non avranno più la maggioranza assoluta quando Pirelli tornerà in borsa tra 4 anni. I cinesi sono totalmente d'accordo. Se un concorrente scalasse la Pirelli, potrebbe spaccarla a pezzi. Il mio dovere è garantire il futuro della società".

21:50 Gasparri: "Molti investono o delocalizzano in Cina perché è più conveniente. In Cina, ci sono poche regole e non ci sono neanche regole democratiche". Gomez: "Sarebbe bello che chi è al governo ci porti al modello Google". In collegamento, c'è Marco Tronchetti Provera: "Continuerò a stare a Milano, non andrò a Pechino... La Pirelli ha il 94% delle vendite fuori dall'Italia. La Cina è un mercato importante. Nel settore degli autocarri, siamo deboli ma abbiamo un'ottima tecnologia. Con quest'operazione, noi daremo a Chemchina la tecnologia che gli mancava in un grande mercato per gli autocarri. La tecnologia italiana sarà protetta e la sede della società resterà in Italia così come la guida".

virus 26 3 15 1

21:38 va in onda un servizio dedicato agli investimenti arabi in Italia. In collegamento, c'è Elisa Serafini: "Per ogni azienda cinese o araba che viene in Italia, ci sarà un'azienda italiana che investe all'estero". Gasparri: "Non è così". Serafini: "Sono dinamiche più che normali. Non si può svendere una società allo Stato come è successo con Alitalia. Impedire azioni di questo tipo non è realistico. A noi conviene anche da un punto di vista politico non impedire gli investimenti stranieri". Gomez: "Pirelli va ai cinesi perché non ha trovato capitali italiani per andare avanti. Il Partito Comunista Cinese che prende la Pirelli è simbolico della crisi del nostro capitalismo".

21:31 Gasparri: "C'è una disparità. Le aziende italiane hanno molte regole. Le altre, invece, hanno poche regole. La Cina garantisce grande accumulo di risorse che vengono sganciate nell'intero pianeta. Le altre aziende che vengono da fuori devono rispettare le nostre regole". Gomez: "Noi abbiamo firmato una convenzione sui profughi. Sono stati firmati dal governo Berlusconi. L'avrebbe firmata chiunque. Dobbiamo discutere su come combattere l'immigrazione clandestina. L'unica cosa che è servita in questi anni è stato l'accordo con Gheddafi. Non gli abbiamo lasciato i militari lì in Libia e questo è il risultato".

21:26 inizio trasmissione. L'editoriale di Nicola Porro: "Se gli stranieri arrivano con i soldoni, ci chiediamo se stiamo svendendo il Made in Italy. Forse è così. Quando arrivano gli immigrati, invece, non ci poniamo domande e c'è sempre un po' di buonismo. Un'Italia aperta agli immigrati e chiusa ai capitali stranieri". In studio, ci sono Gasparri e Gomez.

Virus - Il contagio delle idee | Puntata 26 marzo 2015 | In diretta dalle ore 21:10

virus 19 3 15 4

Virus - Il contagio delle idee è un programma d'approfondimento giornalistico, in onda su Rai 2 ogni giovedì a partire dalle ore 21:10, condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il programma, oltre ai consueti dibattiti con gli ospiti in studio e in collegamento, è composto dalle consuete rubriche: il Fact-Checking di Pagella Politica, la Social Room con Greta Mauro, la lezione d'arte con Vittorio Sgarbi e la classica intervista di Nicola Porro in chiusura di puntata.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 26 marzo 2015


Il titolo della puntata di stasera di Virus è Passa lo straniero.

Dall'Opa ai cinesi sulla Pirelli, dalle conseguenze delle sanzioni alla Russia sugli imprenditori italiani all’incognita libica con le minacce dell'Isis, fino ad arrivare alla permeabilità dei nostri confini: gli stranieri pesano sempre di più sulle vicende del nostro paese, sia per quanto riguarda l'economia che la sicurezza.

Tra gli ospiti in studio e in collegamento, troveremo Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, Peter Gomez, direttore de Il Fatto Quotidiano.it e la blogger Elisa Serafini.

Anche Marco Tronchetti Provera sarà ospite della puntata di questa sera e commenterà l'operazione di Pirelli con ChemChina.

Valentino Mercati, presidente e fondatore di Aboca, sarà il protagonista dell’intervista finale.

Virus | Rai 2 | Anticipazioni puntata 26 marzo 2015 | Gli hashtag


Il pubblico può scegliere da che parte stare, utilizzando gli hashtag collegati agli ospiti. Gli hashtag di stasera saranno #haragionegomez ("L'invasione c'è. Per arginarla le leggi servono poco meglio interventi per pacificare le tante zone di guerra"") e #haragionegasparri ("Bisogna arginare flusso di clandestini con blocco navale. Sulle carrette possono nascondersi terroristi pronti a colpirci").

Virus | Rai 2 | Dove vederlo


Virus - Il contagio delle idee va in onda questa sera su Rai 2 a partire dalle ore 21:10.

In streaming, il programma è visibile sul sito Rai.tv.

La puntata intera sarà disponibile il giorno dopo sempre sul sito Rai.tv, nella sezione Rai Replay.

Virus | Rai 2 | Second Screen


Il programma di Nicola Porro ha un sito ufficiale.

Virus - Il contagio delle idee è presente anche su Facebook con una pagina ufficiale

La trasmissione ha anche un account ufficiale su Twitter.

Durante la messa in onda del programma, sarà possibile esprimersi a favore di uno dei due ospiti in studio attraverso gli hashtag che verranno comunicati in puntata.

Per il liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su Polisblog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO