Mattarella a Le Figaro: “L’Italia sta per uscire dalla crisi”

Il Presidente Mattarella, a poche ore dal suo viaggio in Francia, rilascia un’intervista a Le Figaro e parla di crisi, terrorismo ed Expo 2015.

Italian President Sergio Mattarella Visits Germany

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla vigilia della sua visita in Francia, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Le Figaro e ha affrontato diversi argomenti caldi, dal pericolo terrorismo alla crisi che sta flagellando l’Italia.

Mattarella è partito da una dimensione più personale, dalla sua decisione di affidarsi, quando possibile, al trasporto pubblico, dal treno all’aereo. Una decisione curiosa, visti i mezzi che lo Stato mette a sua disposizione, che ha colpito non soltanto l’opinione pubblica italiana, ma a quanto pare anche quella europea:

Cercherò di utilizzare i mezzi pubblici ogni qualvolta mi sarà possibile farlo. Sono una persona normale e da Presidente cercherò, nel rispetto delle esigenze di sicurezza che circondano un Capo di Stato, di comportarmi da persona normale. Se riesco a dare questa impressione, non potrò che esserne contento. Altrimenti, reciterei un ruolo che non mi appartiene.

L’intervista si è spostata sul terrorismo e sul reale rischio che viviamo ogni giorno, come gli eventi di Tunisi e Parigi hanno dimostrato. Per Mattarella

il massacro al museo del Bardo di Tunisi è stato un grave segnale d’allarme di cui è importante rendersi conto. Questa non è una guerra di religione o una guerra tra civiltà. Molte vittime erano musulmane. Riguarda tutti noi. […] Si rischia di ritrovarsi l'Isis ad un passo dall'Europa. Bisogna sostenere con convinzione l'azione delle Nazioni Unite affinché questa difficile mediazione possa essere coronata da successo. Bisogna coinvolgere in questa azione non solo l'Europa, ma anche e soprattutto i Paesi arabi limitrofi.

C’è molto ottimismo, invece, sull’uscita dell’Italia dalla crisi:

Con tutta la prudenza necessaria, si può dire che l'Italia si appresta ad uscire dalla crisi. Come ho già affermato nel mio discorso d'investitura davanti al Parlamento il 29 gennaio scorso, le riforme sono indispensabili per conferire una efficacia maggiore alle nostre istituzioni e all'economia italiana.

E, ancora:

Il discorso di Mario Draghi ai deputati italiani è molto importante. La crisi ha profondamente segnato l'Italia, con una disoccupazione molto diffusa specie tra i giovani e nel Mezzogiorno. Ha gravemente alterato il tessuto sociale del Paese e il suo apparato produttivo. Certi indicatori ci portano a credere che s'inizia a vedere l'uscita dal tunnel.

Mattarella e l'uranio impoverito: bufala o no?

Con Expo 2015 sempre più vicino - e la conferma che il Presidente non sarà a Milano per l’inaugurazione dell’evento - Mattarella chiude l’intervista sottolineandone l’importanza, per l’Italia e non solo:

Sarà un importante occasione di confronto internazionale. La Francia vi parteciperà in maniera rilevante. L'Esposizione che si terrà a Milano permetterà di mettere l'accento sull'alimentazione e l'energia, due elementi decisivi per una crescita armoniosa e sostenibile del pianeta. Sarà un'occasione di confronto ed allo stesso tempo un laboratorio nel quale confrontarsi su politiche internazionali di crescita tenendo conto delle difficoltà dei Paesi più poveri

Il Presidente Mattarella raggiungerà Parigi lunedì 30 marzo per una visita lampo che lo porterà all'Agenzia Spaziale Europea, all’Arco di Trionfo per la deposizione di una corona d’alloro e, infine, al Palazzo dell'Eliseo per incontrare il Presidente francese François Hollande.

Via | Le Figaro

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO