Ballarò, dopo la puntata 31 marzo 2015 lo scambio di tweet Salvini-Jovanotti-Fedez

Ballarò, 31 marzo 2015: questa sera la nuova puntata del talk show politico di Raitre.

Aggiornamento 2 aprile 2015, 12.00 - Due giorni dopo la puntata di Ballarò in cui è stato ospite anche Jovanotti, il dibattito su alcune frasi del cantante prosegue ancora su Twitter.

Tutto è partito dalle parole pronunciate nel corso del programma di Rai Tre da Lorenzo Cherubini nei confronti di Matteo Salvini: "Non mi piace il suo orizzonte. Il punto a cui tendo è la società multiculturale, anche se genera problemi. A me piace l'Europa, la moneta unica".

Il leader della Lega Nord ha commentato il giorno dopo dai suoi profili online:

Segue la reazione di Jovanotti, che su Twitter scrive: "E' bello avere idee e orizzonti diversi, ti rispetto e ti trovo forte nell'esposizione delle tue. Che le idee danzino è bene".

Il tema delle idee danzanti non è piaciuto ad un altro artista, il rapper Fedez, che rivolge una domanda al collega:

E' di questa mattina la controrisposta di Jovanotti a Fedez, con il cantante "costretto" a puntualizzare che il suo discorso era riferito alle "idee" di Salvini su moneta ed Europa e non al razzismo, "che non è idea ma mostruosità".

(aggiornamento di Alessandro Guerra)

Ballarò, puntata 31 marzo 2015, diretta


ballaro bersani

23:58 Si chiude in perfetto orario dopo gli sfori delle settimane scorse.

23:51 Web serie satirica Il Candidato. Piero Zucca faccia a faccia con la "trattativa". Guest star il "Pietro savastano" di Gomorra La Serie. "La mafia un'azienda che si concede qualche piccola libertà". La satira del Candidato più efficace di mille chiacchiere in politichese del salotto di Ballarò.
ballaro 31 marzo 2015 candidato

23:48 Il sondaggio sulle intenzioni di voto conferma il trend di settimana scorsa. La fiducia in Renzi è lievemente aumentata (di una piccola percentuale).
ballaro 31 marzo 2015 sondaggi

23:41 Servizio, come tutte le settimane, su Equitalia e riscossione delle tasse.

23:38 I pensionati: "Farinetti farebbe continuare a lavorare un over 60?". Farinetti risponde: "Ha ragione, non bisogna esagerare".
ballaro 31 marzo 2015 farinetti

23:28 Cantone: "Se si vanno a toccare davvero le pensioni d'oro sono d'accordo. Se si toccano le pensioni messe da parte dai lavoratori allora no". In collegamento da Latina ci si confronta proprio con i pensionati.

23:18 Boeri: Dal primo maggio daremo notizia a chi lo vorrà sulla propria pensione, la data, la retribuzione. Partiremo dai più giovani, sono quelli che sanno meno ora il legame tra contributi e proprie pensioni. Per la fine dell'anno contiamo di arrivare a 18mila persone. Operazione importante che va incontro ad un'esigenza di informazione sentita dai cittadini. Come avverrà? L'abbiamo chiamata La mia pensione. Dal 1 maggio avranno possibilità di entrare in una pagina visibile dal sito Inps e potranno vedere la stima di quelle che saranno le loro pensioni. A coloro che non hanno pin ci sara la cd. "busta arancione", la invieremo. La proposta di introdurre flessibilità in uscita? Ci siamo impegnati a fornire proposta entro giugno. Problema è la generazione tra i 55 e i 65 anni che si sono trovati intrappolati. Ci sono persone con pensioni molto alte, non giustificate dai contributi versati. Non si può tassare in modo indiscriminato. Si interverrà su chi riceve molto più di quanto versato. La filosofia di fondo è quella dell'equità. Sistema pensionistico italiano molto più sostenibile di altri Paesi".
ballaro 31 marzo 2015 boeri

23:14 Servizio sulle pensioni.

23:08 Farinetti replica alla Lezzi: "Grazie al Jobs Act possiamo dare lavoro, assumiamo gente". Lezzi: "Ho sentito parlare di fiducia. I soldi stampati dalla BCE dobbiamo garantirli noi. Le banche hanno pensato a capitalizzarsi e i soldi non sono arrivati all'economia reale. Con il piano Junker non possiamo andare ad incidere. L'Europa ci dice no, ma ci chiede risparmi su pensioni e sanità. Tra pochi mesi dovremo trovare 16 miliardi. Di quale crescita parliamo se siamo strozzati e incaprettati. Bisogna andare in Europa a dialogare e acquistare tempo. L'Italia deve pretenderlo".

22:55 Servizio sul cosiddetto "bazooka di Draghi".

22:39 Farinetti: "Il lavoro non si crea per decreto. Siamo in una società di consumo. La politica ha il compito di creare gli scenari: far sì che gli imprenditori ci mettano i quattrini. Il Governo ci sta lavorando, magari con difficoltà e sbagliando. Ma è quanto di meno impreciso sia stato fatto. Trovo paradossale che domani non si voti tutti questo provvedimento anti-corruzione. Mettere un tetto agli stipendi dei dirigenti pubblici e gli 80 euro sono una cosa enorme. Art. 18? Si perde troppo tempo su una cosa che non è importante! Me lo sono letto, il senso viene mantenuto". Lezzi: "La decontribuzione non è una novità del governo Renzi, ma c'era una legge strutturale del '90. Parla di imprenditori, ma andrà a lavorare all'Expo senza gara d'appalto". Gelmini: "Se fosse dipeso da noi l'art.18 l'avremmo già abrogato. Cofferati scese in piazza. Poletti si è espresso in maniera entusiastica, ma l'Istat l'ha smentito. I disoccupati aumentano. Sugli sgravi fiscali Renzi non può fare una manovra temporanea, la deve fissare. Vedremo se non scatteranno le clausole di salvaguardia".
ballaro 31 marzo 2015 gelmini

22:35 Servizio sulla fatturazione elettronica.

22:28 Cantone: "Se andiamo avanti così aumenterà il numero dei convegni sul Jobs Act e non dei posti di lavoro. E' bene che da precari si passi a tempo indeterminati, ma non aumenta l'occupazione. Il Paese reale è un altro, le donne, i lavoratori dopo i 50 anni. Non vogliamo sabbia negli occhi e tabelle che non rispecchiano la situazione delle persone".
ballaro 31 marzo 2015 cantone

22:20 Di Mare: "Vero che gli italiani dichiarano una cosa, ma magari è altro. C'è anche una percezione psicologica della crisi. Vero che c'è la povertà, che le pensioni sono basse. Ma è anche vero che c'è paura del domani e non si spendono i soldi". Poi servizio su un convegno di tutti i direttori del personale/risorse umane sul tema del contratto a tutele crescenti del Jobs Act.
ballaro 31 marzo 2015 di mare

21:14 Lezzi del M5S: "Avremmo votato il disegno di legge Grasso, ma il Pd l'ha svuotato di significato. Avrebbero trovato tutto il nostro appoggio. Non basta inasprire le pene, serve un deterrente".
Ascani: "Domani porteremo in Senato un provvedimento importantissimo e voi voterete contro!".
ballaro 31 marzo 2015 lezzi

22:12 Farinetti: "Il nostro Paese ha scarsa coscienza civica, io per primo. Parcheggiamo in seconda fila, ecc. Quindi non possiamo che esprimere una classe politica mediocre. Ad esempio eviterei di far fare politica per più di 10 anni".
ballaro 31 marzo 2015 farinetti

22:05 Airaudo: "Sono contento se c'è ripresa e c'è un contratto di lavoro. Ma siamo caduti tanto in basso. In questo sprofondo c'è la vita di tante persone. Jovanotti ottimo musicista e comunicatore, ma non ci si alza uno per volte, spesso bisogna alzarsi tutti insieme. Il Governo? Insufficiente per i problemi di disuguaglianza e delle persone che sono scese nella povertà. Il tema della corruzione c'entra molto con la questione economica. Anche un problema di etica, di chi usa la politica per gli affari. Anche gli imprenditori ci sono dentro, anche le associazioni di imprenditori dovrebbero fare qualcosa contro quelli che corrompono". Ascani: "Questo Parlamento ha fatto qualcosa in questa direzione. Il Jobs Act è entrato in vigore con le tutele crescenti il 1 marzo". Abete: "Ma all'estero il contratto non è quello che abbiamo noi". Airaudo: "Le sue banche lo danno il mutuo a chi è stato licenziato?".
ballaro 31 marzo 2015 airaudo

21:58 Si sono aggiunti la Cantone e Abete tra gli ospiti. Si parla di economia. Servizio sui consumi a Pasqua: la Fagnani al mercato con lo chef di Masterchef Bruno Barbieri che elogia i commercianti al dettaglio.
ballaro 31 marzo 2015 barbieri

21:53 In chiusura di intervista, Jovanotti suona un pezzetto con l'armonica. Si rientra in studio e Farinetti tesse le lodi di Lorenzo: "Passo dal renzismo al Lorenzismo". Poi pubblicità.
ballaro 31 marzo 2015 jovanotti armonica

21:48 Jovanotti: "I ragazzi di oggi li vedo in un mondo difficile, ma la complessità è una evoluzione. I fondamentalisti è quando non si riesce a stare nella complessità. Fuga dei talenti? Non bisogna vivere come un dramma che i giovani vadano in giro. Si va in giro ad arricchire il proprio bagaglio. Più vai lontano più vuoi bene a questo Paese. Non mi dispiace questa cosa. Il mondo è grande e pieno di opportunità, gli italiani sono sempre andati in giro".
ballaro 31 marzo 2015 jovanotti intervista

21:41 Jovanotti sul post ideologie: "Oltre il berlusconismo e antiberlusconismo, il comunismo oltre le categorie c'è un mondo bellissimo. C'è vista. Non è essere post-ideologici, è essere moderni. La mia sinistra? Quella che lotta contro le disuguaglianze, ma che favorisce la crescita economica. Landini? Quel tipo di sinistra oggi è reazionaria, non aderisce più alla realtà. Non funziona più, voglio una sinistra che funzioni. Qualsiasi progetto deve prima funzionare. Cosa resta di Berlusconi? Mai votato, anche se lo considero un lottatore e uomo generoso. Il dispiacere è che non rimane molto. In America i potenti redistribuiscono attraverso opere. Il fatto che Berlusconi dopo di sé non lasci borse di studio, infrastrutture per la collettività è un dispiacere.Salvini? Non mi piace il suo orizzonte. Il punto a cui tendo è la società multiculturale, anche se genera problemi. A me piace l'Europa, la moneta unica. Credo che lui abbia un orizzonte diverso. Non posso essere d'accordo con lui, gli riconosco una forza e autenticità nel comunciare".

21:34 Intervista a Jovanotti al Politecnico di Milano: "Come va il mondo? Sono 48 anni che ci penso. Magari non va negli abitanti, ma va. Più che contemporaneo, racconto la mia storia. Cerco di essere contemporaneo". Sulla manifestazione di sabato: "Ci rialziamo? Sì, ma ci rialziamo sempre uno per volta. Anche nel Cristianesimo ci si salva uno per volta. Te la giochi sempre tu con le cose, trovi il tuo modo per rialzarti. Poi l'altro ti vede e si rialza. Non sono portato al movimento collettivo, penso sia un fatto individuale. Ce la stiamo facendo anche stavolta. Più che disco manifesto del Renzismo, è del Lorenzismo. Mai pensato a Renzi, pensato a loro,mia moglie, mia figlia". Su Renzi: "Mi convince l'idea di rottamarte. Non conta l'età, conta che restino a casa quelli che non sono riusciti a far funzionare questo Paese. Da questo punto di vista ero d'accordo, funziona così ovunque. Con lui non ci sentiamo, ci seguiamo su Twitter".
ballaro 31 marzo 2015 jovanotti

21:33La Gelmini analizza la situazione di Forza Italia e commenta l'uscita di Bondi e Repetto: "Rispetto ,ma non condivido".

21:28 Ascani: "Il Pd ha all'interno un modo di discutere che non vedo altrove. Democratico perché ci si riunisce e funziona. Le responsabilità penali sono personali, contanta che il sindaco di Ischia si sia dimessa. Abbiamo voluto Cantone, ora abbiamo bisogno di un Codice degli Appalti". Di Mare: "In Campania una tessera su 5 è fasulla. AVete problemi in Campania, l'avete commissariato. Ma anche a Roma". Ascani: "Abbiamo preso la direzione giusta".
ballaro 31 marzo 2015 ascani

21:25 Cecilia Carpio fa un riepilogo di quanto successo oggi in Senato, in particolare il ddl anticorruzzione. Il M5S ha dichiarato di non votare il pacchetto. Poi si parla dell'ultimo scandalo di Ischia. Per maggio, come richiesto dall?Europa, dovrebbe arrivare un Codice degli appalti più snello. Indiscrezioni sul nome del successore di Lupi: Del Rio.

21:18 Ospiti: Ascani (Pd),Farinetti, Di Mare, Gelmini, Airaudo (Sel), Ghisleri per i sondaggi (da Milano), Lezzi (M5S). La copertina di Alessandro Poggi sui principali fatti della settimana.
ballaro 31 marzo 2015 copertina

21:12 La password del politologo Ilvo Diamanti questa settimana è "ELEZIONI". Analisi sulle leggi elettorali: dal Mattarellum al Porcellum fino all'Italicum (di cui si discute ancora).

21:07 Editoriale di Giannini: "Ogni settimana uno scandalo. Dal Mose a Milano con Expo, poi Roma con Mafia Capitale. Firenze con Ministero Infrastrutture. Ora Ischia, cade un sindaco, intecettazioni. Politici non indagati, ma peccati. Le intercettazioni meritano una riflessione, ma chi si occupa dell'oggetto di questi scandali. Sono passati 746 giorni dal disegno di legge di Grasso contro la corruzione, ma in Parlamento finisce tutto a tarallucci e vino". Poi piccola anteprima dell'intervista a Jovanotti dal Politecnico di Milano.
ballaro 31 marzo 2015 giannini

Ballarò, puntata 31 marzo 2015, anticipazioni


Stasera, su Rai 3 alle 21:05, andrà in onda la ventisettesima puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico condotto da Massimo Giannini. Vediamo quali saranno i temi e gli ospiti di questa nuova puntata.

Ballarò, 31 marzo 2015, tema della puntata

Le assunzioni in crescita nei primi mesi dell'anno sono il segnale che la ripresa è alle porte? E i dati sui consumi cosa ci fanno capire? Su questi ed altri temi attinenti alla stretta attualità politica ed economica saranno chiamati a dire la propria gli ospiti in studio.

Ballarò, 31 marzo 2015, ospiti della puntata

ballaro farinetti

Saranno ospiti del programma, tra gli altri, il fondatore di Eataly Oscar Farinetti, il Presidente di Bnl Luigi Abete, Carla Cantone Segretario dello Spi Cgil, Barbara Lezzi (M5s) e il giornalista e conduttore di Unomattina Franco Di Mare.

Nel corso della puntata Massimo Giannini condurrà un faccia a faccia con il Presidente dell’Inps Tito Boeri.

Infine, altro grande protagonista della puntata anche Lorenzo Jovanotti intervistato in esclusiva dal conduttore di Ballarò all’interno del Politecnico di Milano.

Ballarò, puntata 31 marzo 2015, Il Candidato

In chiusura di puntata spazio ad un nuovo episodio della web serie satirica "Il Candidato" con Filippo Timi nei panni del protagonista Piero Zucca, politico in campagna elettorale, intitolato “La trattativa”.

ballaro il candidato

Ballarò, puntata 31 marzo 2015: come seguirlo in Tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, puntata 31 marzo 2015: come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull'account Twitter oltre che commentare usando l'hashtag #ballarò.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO