Politica & Tribunali: il senatore Speciale a giudizio per le spigole portate in montagna con l'aereo


Ricordate il generale della Guardia di Finanza Roberto Speciale? Sicuramente sì, è quel militare sputtanato da Repubblica per essersi fatto portare del pesce fresco sulle Alpi per allietare le sue vacanze private ed aver fatto trasportare, sempre con aerei militari, anche i suoi ospiti. Una risorsa del genere non poteva certo rimanere inutilizzata e quindi Silvio Berlusconi gli ha regalato un posto blindato nelle liste bloccate del Senato, aggiungendo un altro nome alla lista dei Parlamentari inquisiti del Pdl.

Sembra che il giudizio per l'ex generale Speciale sia prossimo, forse addirittura entro la fine di dicembre, e sarà un tribunale militare a stabilire se abbia commesso una serie di reati che potrebbero portare ad una condanna a 10 anni. Secondo il procuratore militare di Roma, Antonio Intelisano, quando Speciale disse che quel pesce era per i finanzieri in servizio sulle Alpi, che erano “stufi di mangiare wustel”, disse una balla colossale. La realtà sarebbe che il senatore Speciale si è appropriato “di un Atr 42 militare e delle relative energie lavorative di piloti e specialisti componenti dell'equipaggio di volo a cui era stato annunciato di dover trasferire una autorità istituzionale”.

In realtà, ci spiega La Stampa, alla base di Pratica di Mare arrivò un tale, un amico personale di Roberto Speciale che si occupa di catering, accompagnato dalla moglie. La coppia, con le spigole al seguito, usò quindi come un taxi (gratuito) l'aereo militare e fu accompagnata a Predazzo. La Corte dei Conti ha già valutato in decine di migliaia di euro il danno prodotto da questa condotta di Speciale, ora tocca la tribunale militare.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO